Morta la donna investita a Sorrento

ambulanza22

SORRENTO. Gea Ferola, la 45enne, investita da uno scooter lo scorso 30 luglio scorso è morta all’ospedale Cardarelli di Napoli dove era ricoverata subito dopo l’incidente. Sposata e madre di tre figli, la donna era rimasta gravemente ferita nell’impatto, riportando traumi in varie parti del corpo. I familiari hanno autorizzato l’espianto degli organi. Non si esclude, ora, che il ragazzo alla guida dello scooter possa essere accusato del reato di omicidio stradale.

Gea Ferola era stata investita mentre attraversava il corso Italia sulle strisce pedonali insieme ai figli all’altezza dell’ufficio postale di piazza Lauro. La donna venne prima trasportata al Santa Maria della Misericordia di Sorrento e poi trasferita al Cardarelli di Napoli con una diagnosi già preoccupante: frattura alla base del cranio. Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi.

La 45enne è la terza vittima delle strade di Sorrento dall’inizio del 2016. Ad aprile Annette Geb Wieching, 60enne turista tedesca venne travolta da uno scooter mentre passeggiava lungo via Nastro Verde insieme al marito. Nello stesso mese anche il decesso dell’87enne Michele Gargiulo, investito e ucciso da un centauro mentre attraversava via degli Aranci.