Minaccia macchinista Circum con un coltello: “Il treno non deve partire”

carabinieri-circum

Sulle linee della disastrata Circumvesuviana avviene anche questo: un uomo treno blocca il treno per attendere un amico e minaccia con un coltello il capotreno che intende ripartire. L’inquietante episodio si è verificato questa mattina nella stazione di Scafati. Un 46enne del posto, Ferdinando D’Auria, già noto alle forze dell’ordine, verso le 7:30 ha bloccato le porte del convoglio ritardandone la partenza per alcuni minuti. Alle rimostranze del capotreno, un 49enne di San Giorgio a Cremano che era intervenuto per richiamarlo, il malvivente aveva risposto che il convoglio doveva aspettare un suo amico che stava arrivando in stazione, estraendo dalla tasca un coltello a serramanico e minacciando il dipendente di lasciarlo in pace altrimenti gli avrebbe sferrato “sette coltellate”.

Nel frattempo il dipendente della Circum ha chiesto aiuto ai carabinieri e ha fatto ripartire il convoglio in direzione di Napoli. Alla successiva fermata, quella di “Boscoreale-Cangiani”, ad attendere il treno c’erano i carabinieri. Il malvivente quando si è reso conto che i militari erano lì per lui ha lanciato il coltello dal finestrino del vagone, ma l’arma è stata trovata e sequestrata.

Il 46enne, invece, è stato arrestato ed è in attesa di essere processato con rito direttissimo.