Migliorano le condizioni del dirigente comunale Donato Sarno aggredito ieri, mentre i carabinieri continuano le indagini

DonatoSarno

SORRENTO. Si sta lentamente riprendendo dallo choc subito, Donato Sarno, il dirigente del settore Patrimonio del Comune che ieri pomeriggio è stato aggredito mentre era al lavoro.

 

Il funzionario è ancora ricoverato al Vecchio Pellegrini di Napoli dopo che Mattia Amitrano, un 57enne di professione parcheggiatore residente a Massa Lubrense, lo ha colpito con un coltello, arrivando quasi a tranciargli di netto il dito mignolo della mano sinistra. L’aggressore ha anche rotto una bottiglia in testa alla vittima.

Il tutto è avvenuto nei bagni della sede distaccata del Comune che sorge nel complesso del Conservatorio Santa Maria delle Grazie.

“Ho telefonato al nostro dirigente e l’ho sentito abbastanza sereno – dice il sindaco, Giuseppe Cuomo -. È ancora sotto choc per l’accaduto, ma si sta lentamente riprendendo”.

Per quanto riguarda le ferite riportate si spera di poter riattaccare il dito quasi completamente amputato dal fendente. Al momento i sanitari stanno eseguendo tutti gli esami di rito e probabilmente lunedì prossimo Sarno sarà sottoposto al delicato intervento chirurgico.

Questa mattina, intanto, negli uffici di piazza Sant’Antonino si respirava un’aria pesante. Tutti erano regolarmente al lavoro, ma negli occhi dei colleghi del dirigente comunale si leggeva chiaramente come fossero ancora scossi per quanto accaduto poche ore prima.

Nel frattempo si tenta di fare chiarezza sulle motivazioni che hanno spinto Mattia Amitrano – che è rinchiuso nel carcere di Poggioreale con la pesante accusa di tentato omicidio – ad aggredire con una tale ferocia il funzionari dell’ente di piazza Sant’Antonino. I carabinieri della compagnia di Sorrento, che svolgono le indagini, tendono a privilegiare la pista relativa alle concessioni per i parcheggi pubblici. Amitrano, che attraverso una cooperativa sociale si occupa di gestione di aree di sosta, era stato estromesso dalla gara per l’assegnazione dei posteggi di Sorrento, in quanto il Comune vanta ingenti crediti nei suoi confronti. Provvedimento emesso dallo stesso Sarno che, per questo, potrebbe essere stato visto dall’aggressore come la causa dei suoi problemi.

RIPRODUZIONE RISERVATA