Mercato ittico, la Capitaneria di porto sequestra oltre una tonnellata di prodotti

Sequestropescinapo

NAPOLI. L’intervento nel mercato ittico di Napoli, è scattato nelle prime ore del mattino dopo un’intensa attività di intelligence condotta sul territorio, che ha portato al sequestro di oltre 1 tonnellata e 100 chilogrammi di prodotti ittici, illecitamente detenuti da rivenditori al dettaglio, privi di alcuna autorizzazione.

 

I prodotti sequestrati, erano in un pessimo stato di conservazione e non idonei al consumo umano. Nel complesso, l’operazione, che ha visto impegnati complessivamente quaranta uomini della Capitaneria di porto di Napoli e del Corpo forestale dello Stato, ha portato al deferimento all’Autorità Giudiziaria di quattro esercenti l’attività di vendita al dettaglio di prodotti ittici. Vari gli illeciti amministrati rilevati per un importo pari a diverse decine di migliaia di euro, mentre ammontano rispettivamente a quattro i sequestri di natura penale, per violazioni delle norme in materia di commercializzazione, igiene e sanità e tutela dei consumatori.

Questo sequestro evidenzia l’espansione di questo fenomeno in Campania, meglio controllare sempre la provenienza e la rintracciabilità del prodotto, anche nelle pescherie della penisola.

RIPRODUZIONE RISERVATA