Mare inquinato a Marina Grande, il sindaco diffida la Gori

depuratore_marina_grande_2

SORRENTO. Nei giorni scorsi è stato imposto il divieto di balneazione per la zona di Marina Grande. Ora arriva la diffida alla Gori per la verifica degli scarichi del depuratore. L’ordinanza è stata emessa questa mattina dal sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, nei confronti dell’amministratore delegato dell’azienda, Giovanni Paolo Marati.

Il primo cittadino fa riferimento ai controlli effettuati dall’Arpac nella zona di Marina Grande tra i mesi di aprile e maggio. Le analisi hanno evidenziato la presenza di valori oltre i parametri per quanto riguarda: odore, colore, solidi sospesi, azoto ammoniacale, azoto nitroso, Bod5, Cod, escherichia coli e saggio di tossicità.

Poiché la Gori ha annunciato, lo scorso mese di marzo, che avrebbe effettuato lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione presso l’impianto di depurazione di Marina Grande, il sindaco Cuomo ha chiesto ai vertici aziendali “di trasmettere all’Arpac ed al Comune idonea relazione redatta da tecnico abilitato, dalla quale si evince, in merito ai lavori eseguiti presso l’impianto, l’individuazione delle cause, i provvedimenti adottati ed i risultati conseguiti, allegando inoltre, certificazioni analitica rilasciata dall’Arpa o Università o altro laboratorio pubblico che attesti il rispetto dei limiti degli scarichi cosi come previsto dalla normativa vigente”.