Maratona Coast to Coast, pace fatta tra commercianti e amministrazione

coast-to-coast

SORRENTO. Maratona delle due costiere, scoppia la pace tra commercianti ed amministrazione comunale. Nelle scorse settimane gli esercenti di Sorrento si sono scagliati in maniera anche veemente contro la Coast to Coast, la gara podistica aperta a professionisti ed amatori che si corre tra la penisola sorrentina e Positano. Contestazioni che si basavano soprattutto sulla data scelta dagli organizzatori, il 18 dicembre. In realtà bisogna dire che in un primo momento la manifestazione era stata fissata per il 4 dicembre, ma la concomitanza con il referendum costituzionale ha portato allo slittamento.

La decisione di organizzare l’evento nell’ultima domenica che precede il Natale – esattamente come accaduto lo scorso anno – ha, quindi, spinto molti negozianti sorrentini a manifestare il loro disappunto. Il primo a scendere in campo è stato Ermanno Acanfora, titolare dell’omonima catena di abbigliamento, che ha lanciato pesanti accuse nei confronti dell’amministrazione comunale. “Per il nostro settore la crisi non è ancora alle spalle – ha detto Acanfora, anche in qualità di portavoce di numerosi altri esercenti sorrentini – e non è giusto penalizzarci in questo modo assurdo. Come è ben noto l’ultima domenica prima delle festività natalizie è quella tradizionalmente dedicata allo shopping ed a Sorrento arrivano potenziali clienti da tutta la Campania, anche grazie alla presenza delle luminarie artistiche. Se le strade saranno chiuse il danno per il commercio sarà enorme”.

Coast-toCVincenzopane

Sollecitazioni che hanno portato amministratori locali ed organizzatori a rivedere alcuni meccanismi della maratona. “Rispetto al 2015 – spiega l’assessore allo Sport ed agli Eventi del Comune di Sorrento, Mario Gargiulo – la Statale “Sorrentina” sarà aperta al traffico, per cui la penisola potrà essere raggiunta senza problemi. Inoltre abbiamo previsto che non ci saranno transenne a delimitare il percorso di gara lungo il corso Italia e le strade interessate dalla gara saranno chiuse solo su una corsia in modo da garantire comunque la circolazione veicolare. La partenza e l’arrivo, inoltre, saranno posizionate in piazza Lauro e non in piazza Tasso. Insomma non sarà molto diverso rispetto alle normali domeniche in cui vige la ztl”.

Novità accolte con favore dai negozianti. “Oltre al discorso della mobilità veicolare che sarà comunque garantita ed alla mancata sistemazione delle barriere che impedivano anche semplicemente di attraversare la strada – commenta il presidente dell’Ascom di Sorrento, Francesco Parisi – abbiamo ricevuto anche rassicurazioni che entro le 11 la manifestazione dovrebbe concludersi, il che non dovrebbe causare eccessivi problemi”.

La Coast to Coast porterà anche sicuri benefici. “Già a partire da venerdì avremo circa mille atleti che soggiorneranno negli hotel cittadini e molti di essi avranno anche accompagnatori e famiglie al seguito – sottolinea l’assessore Gargiulo -. Di questo non beneficeranno solo gli alberghi, ma anche i negozi di Sorrento, che già nel corso del lungo ponte dell’Immacolata hanno fatto certamente ottimi affari considerato che mai in passato come accaduto ora abbiamo avuto problemi nel gestire il traffico pedonale in centro in questo periodo”.

L’esponente della Giunta Cuomo conclude poi con un impegno: “Nei prossimi due anni abbiamo già stabilito che la Coast to Coast si correrà la prima domenica di dicembre, in modo da non creare problemi agli esercenti e da farla coincidere con l’avvio della programmazione natalizia”.