Manca il certificato di prevenzione incendi, chiuso l’hotel Eden

Manca il certificato di prevenzione incendi, chiuso l'hotel Eden

Intimata la sospensione dell’attività all’hotel Eden, albergo che sorge tra via Correale ed il corso Italia, a pochi passi da piazza Tasso.

L’altro giorno il dirigente dell’ufficio Attività produttive del Comune, Donato Sarno, ha ingiunto al legale rappresentante della struttura ricettiva di interrompere l’esercizio dell’attività con effetto immediato. Decisione motivata con la mancanza del certificato di prevenzione incendi, che viene rilasciato dai vigili del fuoco, necessario per poter svolgere attività ricettive. Il procedimento amministrativo nei confronti dell’hotel Eden era stato già avviato alcuni mesi fa. Lo scorso 26 ottobre, poi, il legale rappresentante della struttura, Angelo Maresca, ha depositato alcune memorie difensive. Ma, come si legge nel testo dell’ordinanza dirigenziale, «tali scritti non possono trovare accoglimento in quanto negli stessi si ammette espressamente che a tale data il comando provinciale dei vigili del fuoco non aveva ancora rilasciato il certificato, il quale anche a tutt’oggi non risulta rilasciato».

Per questo motivo, a conclusione del procedimento, Sarno ha ordinato «alla società Eden snc, la sospensione immediata dell’attività alberghiera fino all’ottenimento da parte del comando provinciale dei vigili del fuoco di Napoli del certificato di prevenzione incendi». Il dirigente dell’ufficio Attività produttive del Comune avverte anche il legale rappresentante della società che gestisce l’albergo che «l’eventuale inottemperanza, oltre a costituire oggetto di comunicazione all’autorità giudiziaria, comporterà l’esecuzione d’ufficio mediante l’apposizione dei sigilli». Il provvedimento segue di soli due giorni quello analogo emesso a carico di un bar-ristorante, il «Don Pedro», che sorge lungo via Nastro Verde. In quel caso, però, le licenze sono state ritirate in via definitiva perché non è stato concesso il condono edilizio alla struttura.