Madre denuncia il pusher del figlio: “E’ uno dei suoi amici”

cocaina

MASSA LUBRENSE. La disperazione di una mamma ha fatto finire in carcere il pusher che procurava la droga al figlio. La donna, esasperata, si è rivolta ai carabinieri indicando chi, secondo lei, procurava le dosi di cocaina al ragazzo.

 

I carabinieri di Massa Lubrense, coordinati dal comandante della Compagnia di Sorrento, Leonardo Colasuonno, hanno immediatamente avviato le indagini che hanno portato al fermo di G.G. 42 anni, di Massa Lubrense.

L’ordinanza di custodia cautelare con obbligo di dimora è stata emessa dal gip del Tribunale di Torre Annunziata per l’accusa di spaccio di stupefacenti.

Questa vicenda è l’ennesima conferma che in penisola sorrentina sono attivi canali di spaccio gestiti da persone locali, a volte veri e propri insospettabili. Si tratta di persone che svolgono l’attività di corrieri: si procurano gli stupefacenti nelle note piazza dello spaccio dei Paesi Vesuviani e poi li rivendono ai consumatori locali.

I carabinieri sono arrivati al fermo dopo aver tenuto sotto osservazione il giovane per diversi giorni e verificato i sui incontri con lo spacciatore.

RIPRODUZIONE RISERVATA