Lutto a Sorrento per la morte di Gennaro Guadagnuolo, patron della Syrenbus

guadagnuolo

di Antonino Siniscalchi

SORRENTO. Lutto alla Syrenbus, l’azienda sorrentina di trasporti turistici, per la scomparsa di uno dei soci, Gennaro Guadagnuolo.

Il sorriso naturale dell’eterno ragazzo. Lo sguardo pronto a catturare la simpatia del proprio interlocutore incontrato per caso o per lavoro, l’amico. Un imprenditore della nuova generazione, sempre pronto ad intraprendere iniziative importanti nel settore dei trasporti turistici con l’azienda di cui era socio.

Ex autista, aveva iniziato appena diciottenne, con uno storico vettore sorrentino dal quale aveva ereditato la passione più nobile del driver di auto e pullman turistici: l’arte dell’ospitalità e dell’assistenza al proprio compagno di viaggio.

Aveva 53 anni, un male inesorabile lo ha sottratto all’amore della moglie Franca e all’affetto dei figli Enrico e Federica.
Gennaro Guadagnuolo ha avuto anche una esperienza politico-amministrativa, prima con Forza Italia, poi come presidente di Penisolaverde.

La sua scomparsa non potrà che suscitare commozione e rimpianto in quanti lo hanno conosciuto per l’umiltà e la disponibilità ad ascoltare gli altri. In fondo, era rimasto sempre quel giovane autista di Franchino ‘O Scialone, nonostante con sacrifici e determinazione avesse contribuito in maniera concreta alla crescita dell’azienda di cui era socio.

Carissimo Gennaro mi rattrista scrivere questo Tuo ricordo. Sarà ancora più triste non ritrovarTi per le strade di Sorrento o nell’edicola del nostro comune amico Giovanni Marino per l’immancabile battuta sulle Tue prime esperienze di driver. Mi fermo qui, Amico mio, l’emozione mi blocca. Ma non ricorrerei comunque ad apprezzamenti forzati sulla Tua nobile figura di Uomo. Ciao, Gennaro.

I funerali si terranno domani pomeriggio, alle ore 16:30 nella chiesa di Casarlano.

Alla famiglia Guadagnulo le condoglianze della redazione di Sorrentopress