Lavori per la metanizzazione: via crucis lungo le strade peninsulari

cantiereperlametanizzazione

SORRENTO. I numerosi cantieri per la metanizzazione aperti in tutta la penisola sorrentina creano pesanti disagi alla viabilità.

Ieri mattina è stata una giornata infernale per la mobilità nell’area costiera.

Le difficoltà sono cominciate a Vico Equense, nella zona di Seiano. Qui i lavori si svolgono durante le ore notturne, però ieri qualcosa è andato storto. Gli operai avrebbero dovuto sospendere le operazioni alle 6, invece lo stop è avvenuto solo alle 8. Il problema sarebbe stato provocato da un intoppo improvviso che ha portato al ritardo nella riapertura al transito della Statale 145 Sorrentina.

Inevitabili le ripercussioni sulla circolazione, con il traffico andato letteralmente in tilt tra Vico Equense e Meta. Inferociti i pendolari, che hanno potuto raggiungere i posti di lavoro solo accumulando pesanti ritardi.

Non va meglio per gli spostamenti nell’area peninsulare.

A Meta, il cantiere aperto in via Flavio Gioia, impedisce di usufruire delle strade che seguono la fascia litoranea come alternativa al transito lungo il corso Italia.

Anche a Sorrento il caos regna sovrano. Nel capoluogo peninsulare i disagi maggiori non sono legati ai lavori sul corso Italia, dove si riesce comunque a transitare, ma alla chiusura di via De Maio, che rende impossibile raggiungere il porto di Marina Piccola se non attraverso i vicoletti del centro storico, i quali, però, sono interdetti alla circolazione di mezzi pesanti ed autobus di linea.

Insomma spostarsi in auto in penisola sorrentina è diventata un’odissea e tra pochi giorni cominceranno a riaprire i battenti gli alberghi, con i primi arrivi di turisti ed il via vai di autobus certamente non aiuterà a migliorare la situazione.