Capri Watch, fashion accessories

L’Ascom contro la gara prima di Natale: “Rinviatela a gennaio”

Coast-to-Coast-2014

SORRENTO. “La Confcommercio boccia, senza mezzi termini, la decisione dell’amministrazione di autorizzare lo svolgimento della maratona “Coast to Coast” con partenza da Sorrento per il giorno 18 dicembre prossimo”. È la netta presa di posizione dell’Ascom, la maggiore associazione di categoria del settore commerciale operante in città, contro la manifestazione sportiva in programma la domenica precedente il Natale tra la costiera sorrentina e quella amalfitana.

Nei giorni scorsi Ermanno Acanfora, patron dell’omonima catena di negozi abbigliamento, anche a nome di molti suoi colleghi, si era già scagliato contro la gara podistica che minaccia di penalizzare lo shopping natalizio in una giornata cruciale per le vendite. Ed ora scende in campo direttamente l’associazione dei commercianti di Sorrento.

“Si tratta – dichiara il presidente dell’Ascom, Francesco Parisi – dell’ultima domenica prima del Natale, giornata tradizionalmente dedicata alle compere. L’anno scorso si verificò esattamente la stessa situazione con la manifestazione fissata il 20 dicembre, in grave danno degli esercenti sorrentini che hanno dovuto subire le conseguenze del blocco del traffico veicolare e del peggioramento di quello pedonale, proprio in una delle ultime e più importanti giornate utili dell’anno dedicate al commercio”.

Negozianti che sono sul piede di guerra anche perché, come anticipato da Acanfora e confermato ora da Parisi, “ci era stato assicurato che non sarebbe accaduto di nuovo, ma la promessa, a quanto pare, non è stata rispettata”.

Nonostante una prima decisione di fissare la data della “Coast to Coast” per il 4 dicembre prossimo, la concomitanza con il referendum ha poi fatto slittare la data nuovamente alla domenica che precede il Natale. “Una decisione – conclude il presidente dell’Ascom di Sorrento – che non ha voluto tenere conto delle esigenze dei commercianti e che è stata presa senza minimamente consultare l’associazione a ciò preposta. Chiediamo con fermezza che si decida di posticipare la competizione al mese di gennaio 2017”.

Il sindaco Giuseppe Cuomo, sebbene direttamente chiamato in causa nella vicenda, fa sapere di non voler replicare, così come non intende rendere pubbliche, almeno per il momento, eventuali decisioni in merito.