Una lapide per Achille Lauro sul muro che cade a pezzi

achille-lauro1

PIANO DI SORRENTO. Il sindaco rigorosamente con la fascia tricolore, il gonfalone della città e tante persone accorse per rendere omaggio alla memoria di uno dei concittadini più illustri, il comandante Achille Lauro. E’ stata una cerimonia in grande stile quella tenutasi ieri pomeriggio a Piano di Sorrento per ricordare l’armatore che proprio qui ebbe i suoi natali.

Bei discorsi e frasi commoventi durante la commemorazione, poi tutti in strada per scoprire la targa ricordo fatta sistemare dall’amministrazione sul muro di quella che fu la casa natale dell’armatore. Tutto molto bello e toccante, insomma, fino a quando non è stato raggiunto il punto in cui si trova la lapide.

Il sindaco Giovanni Ruggiero rimuove il telo ed appare la scritta in omaggio a Lauro. Tutto intorno, però, il muro è costellato da chiazze multicolori. Evidentemente si tratta di macchie provocate dall’umidità. A questo punto, però la domanda che si pongono i presenti è unanime: “Non si poteva tinteggiare la parete prima di inaugurare la targa?”.

Quesito che giriamo al sindaco ed agli amministratori pubblici di Piano di Sorrento.