Ladro di bici beccato grazie alle telecamere comunali

ladro-bici-elettrica

SORRENTO. Pensava che nessuno potesse vederlo quando a notte fonda ha adocchiato la bici lasciata nella piazzetta del rione Marano, tanto che in pochi istanti è balzato in sella per allontanarsi pedalando il più velocemente possibile. Ma non aveva fatto i conti con gli occhi elettronici che monitorano la città ventiquattr’ore su ventiquattro.

Erano le prime ore del mattino di venerdì scorso, 29 luglio, quando il ladro è entrato in azione. La bicicletta che ha rubato è quella di Giuseppe Esposito, responsabile del negozio di telefonia che sorge sul corso Italia proprio all’incrocio di Marano. “La mattina – spiega la vittima del furto – quando sono ritornato ho visto che la bici era sparita ed ho subito allertato i vigili urbani e gli agenti del commissariato”.

Subito sono scattate le indagini e sono state visionate le riprese delle telecamere dell’impianto di videosorveglianza comunale posizionate in zona. L’autore del furto è stato così individuato. A contribuire al riconoscimento il fatto che durante il colpo indossasse la tuta di una ditta che sta eseguendo lavori in zona.

Ieri, quindi, gli uomini del vice questore Donatella Grassi hanno fermato l’uomo, il quale, messo dinanzi all’evidenza dei fatti ha restituito spontaneamente la bici, del valore di circa 500 euro, che è stata già restituita al legittimo proprietario. Il ladro, invece, è stato denunciato a piede libero per furto.

“Quanto accaduto – commenta l’assessore Massimo Coppola – conferma la bontà dell’investimento effettuato dall’amministrazione per potenziare l’impianto di videosorveglianza urbano. Per una località turistica come Sorrento, soprattutto nel periodo di maggiore afflusso di ospiti, è fondamentale avere un sistema di monitoraggio efficiente, che possa garantire il controllo del territorio sia contro la criminalità, che per la sicurezza stradale”.