La Guardia Costiera sequestra 1500 chili di tonno rosso

sequestro-tonno-rosso1

Nell’ambito di un’operazione complessa, condotta dalla Capitaneria di Porto di Napoli per il contrasto agli illeciti perpetrati nella filiera della pesca, stamane, alle prime luci dell’alba, sono state accertate importanti violazioni in materia di tracciabiltà e contingentamento delle quote di pesca del tonno rosso. In particolare, sono state contestate sanzioni amministrative per un valore pari a ottomila euro ed il sequestro di circa mille e cinquecento chili di tonno rosso, smascherando un vero e proprio traffico illecito di tale prodotto tra la Sicilia e la nostra Provincia.

L’operazione in questione, frutto di un continuo monitoraggio di un settore delicato e strategico anche per la locale economia, si prefigge di sottrarre dalla tavola dei consumatori prodotti che non hanno alcun controllo sanitario. Tra l’altro, il costante monitoraggio della filiera della pesca da parte delle Capitanerie di Porto ha visto, quale immediato effetto, l’incremento del venti per cento delle quote di pesca assegnate quest’anno dalla Comunità europea ai nostri pescatori, frutto di un ripopolamento dei nostri mari che ha quale matrice l’efficace contrasto del fenomeno della pesca illegale.

Il prodotto ittico sequestrato, di eccellente qualità, sarà stato devoluto in beneficenza alle mense caritatevoli.