La Folgore Massa rimanda l’appuntamento con la B2

folgore-massa1

MASSA LUBRENSE. La Folgore Massa fallisce il primo match point per la promozione in B2. La squadra biancoverde del patron Luigi Vinaccia perde la gara 2 dell’ultima fase dei play-off contro il Rione Terra Volley. Nel palasport “Errico” di Pozzuoli il team flegreo supera la il team di Massa Lubrense con un secco 3 a 0, al termine di una partita segnata da forti polemiche per alcune contestatissime decisioni arbitrali.

Il primo set si apre e si gioca in sostanziale equilibrio. Guidati dal coach Nicola Esposito, i ragazzi della Folgore Massa rispondono colpo su colpo ai punti messi a segno dagli avversari. Alla fine, forte del fattore-campo, il Rione Terra Volley piazza l’allungo decisivo e chiude il primo parziale con il punteggio di 25 a 20. Anche il secondo set è piuttosto combattuto. La Folgore si porta addirittura sul 21 a 23: le mancano due soli punti per riportare la partita in parità. A penalizzare la squadra biancoverde, però, ci pensano alcune sviste arbitrali che mandano su tutte le furie le centinaia di tifosi massesi giunti a Pozzuoli dalla penisola sorrentina per sostenere i propri beniamini. Alla fine è il Rione Terra Volley ad aggiudicarsi anche il secondo parziale con il risultato di 25 a 23. Si va quindi al terzo set. Visibilmente stanca e innervosita dalle invasioni e dai cartellini decisi dal direttore di gara, la Folgore Massa cede sul 25 a 17.

Il risultato finale è un secco 3 a 0 per il Rione Terra Volley e discorso per la promozione in B2 inaspettatamente riaperto. Decisiva sarà la gara in programma domani alle 20.30 nel palazzetto dello sport di via Atigliana, a Sorrento. La compagine vincente dirà addio alla serie C per accedere alla B di pallavolo. La Folgore Massa chiama a raccolta i tifosi: “È il momento più importante della stagione – scrivono i dirigenti su Facebook –. La squadra ha bisogno di restare unita per quest’ultima sfida”. A suonare la carica è anche il direttore sportivo Antonino Belfiore: “Non ci arrenderemo mai”.