Capri Watch fashion & Accessories

La diocesi di Sorrento-Castellammare lancia il contest ‘O presepe in famiglia

'o-presepe-in-famiglia

L’Arcidiocesi Sorrento–Castellammare di Stabia non si lascia scoraggiare dai tempi e lancia un appello alle famiglie diocesane, affinché la tradizione non si fermi. L’Ufficio della Pastorale della Famiglia, ha proposto per questo Natale #2020 “‘O presepe in famiglia, il presepe vivente a casa tua”, un contest fotografico che coinvolge grandi e piccini.

È un’occasione per riflettere su quanto pienamente siamo chiamati ad incarnare la Parola, specie nell’ambiente familiare, spesso senza esserne pienamente consapevoli; ma soprattutto è un’occasione per non sentire troppo la nostalgia di una tradizione alla quale molte realtà parrocchiali sono legate.

Dai Monti Lattari alla Penisola Sorrentina, il territorio diocesano quest’anno, non potrà vivere come vorrebbe il presepe vivente. La rappresentazione teatrale della natività, unisce da secoli, generazioni di famiglie ed intere comunità. Ragazzini, giovani e anziani, mai stanchi di fare la loro parte, nonostante le basse temperature. Ma quel messaggio di speranza vibra, nonostante tutto, nei cuori di ciascuno.

L’invito del contest è quello di rileggere le azioni, i gesti, gli atteggiamenti della nostra vita familiare che rendono concretamente il senso più profondo delle scene e dei personaggi del Presepe. Cosa bisogna fare? Scattare una foto del momento familiare che evoca la scena che abbiamo individuato ed inviarla con una didascalia che spieghi il collegamento tra la scena riprodotta e quella appartenente al Presepe.

È più facile a farsi che a dirsi. Una favola della buona notte raccontata al proprio figlio, non ricorda in un certo senso, il calore emanato dal bue e dall’asinello per riscaldare la grotta? Ci vuole cuore, fede e pure un poco di fantasia, perchè i più coraggiosi – se vorranno – potranno anche indossare l’abito giusto e travestirsi.

Gli scatti dovranno essere inviati all’indirizzo ucs@diocesisorrentocmare.it (entro mercoledì 6 gennaio 2021), indicando i nomi dei partecipanti nella “scena presepiale” e la parrocchia di appartenenza.