L’assessore Apreda su Facebook ammette che deve essere ripensata la gestione della spiaggia libera di San Francesco

SpiaggiaLibera-affollata

SORRENTO. Un situazione che per dovere di cronaca dobbiamo dire che già ci era stata segnalata più volte, da molti abitanti di Sorrento. L’eccessivo affollamento e la totale mancanza di controlli ha reso la spiaggia libera di San Francesco ed il solarium antistante, una zona franca dove la regole non esistono e che di certo non offre un servizio alla gente di Sorrento, anzi.

 

“Nel realizzare uno stabilimento pubblico alla spiaggia di S.Francesco – scrive l’assessore Raffaele Apreda su Facebook – avevamo immaginato di andare incontro alle esigenze di chi non può permettersi lo stabilimento privato, il risultato è che i peninsulari anche se volessero, non potrebbero usufruire della struttura in quanto è giornalieramente assalita da una marea umana, con veri e propri barbari maleducati che sporcano e danneggiano l’immagine della nostra città. La cosa va assolutamente ripensata”.

Una vicenda delicata che però va affrontata il prima possibile, perché uno spettacolo del genere certo non giova all’immagine della città e sopratutto c’è il rischio che presto la situazione possa degenerare ulteriormente.

RIPRODUZIONE RISERVATA