L’Arips mette in vendita tre appartamenti del proprio patrimonio

Arips_Logo_Public_Notizie_270_470_3

SORRENTO. Incassare un milione e 250mila euro dalla vendita di tre immobili del proprio patrimonio. È l’obiettivo dell’Arips, il consorzio che raggruppa i sei Comuni della penisola sorrentina.

Il bando, sottoscritto dal sindaco di Meta, Paolo Trapani, in qualità di presidente dell’Assemblea dell’ente e da Francesco Gambardella, presidente dell’Arips, è stato pubblicato sul sito istituzionale del consorzio.

Oggetto dell’avviso pubblico sono tre appartamenti. Il primo si trova a Vico Equense, in via Macello 17, una traversa della Raffaele Bosco. Si tratta di un villino di due piani al momento occupato da un locatario. Il prezzo base è fissato in 343mila euro. Anche il secondo cespite oggetto del bando si trova nel territorio di Vico Equense, nella frazione di Seiano, al civico 27 del corso Caulino. Anche in questo caso la casa è disposta su due piani ed è locata. Il costo di questo secondo immobile è fissato in 373mila 520 euro. Il terzo ed ultimo immobile che l’Arips mette in vendita sorge nel Comune di Sorrento. Si tratta di una struttura residenziale di due piani che si trova in via Rubinacci 7, anch’essa locata. Il prezzo a base d’asta ammonta a 529mila 170 euro.

Le offerte per l’acquisto devono essere inviate all’ufficio segreteria dell’Arips entro le ore 12 del 12 marzo prossimo. Due giorni dopo si procederà alle assegnazioni in base al criterio dell’offerta più alta.

Gli aggiudicatari, secondo quanto disposto nel bando, dovranno accollarsi tutte le spese, le imposte e le tasse, nonché gli oneri fiscali relativi alla compravendita degli immobili.

Anche l’Arips, dunque, mette in vendita parte del proprio patrimonio immobiliare, sulla scia di quanto stanno facendo negli ultimi anni molti altri enti locali. Operazioni legate alla necessità di fare cassa in un momento di crisi economica, contraddistinto dalle minori erogazioni statali a favore delle istituzioni territoriali.