Intimidazioni a Claudio d’Esposito, il sostegno del Wwf

Claudio d'Esposito

“In trincea a difesa dell’ambiente, tra rischi e difficoltà”, questo il tema della conferenza stampa organizzata dal Wwf Italia, a Villa Fondi a Piano di Sorrento, sabato 25 giugno alle ore 11, per “denunciare” l’ennesima aggressione – questa volta gli è stata semidistrutta l’auto – subita del presidente del Wwf Terre del Tirreno, Claudio d’Esposito”.

auto-desposito-distrutta-wwf

“Claudio d’Esposito e la nostra organizzazione locale da anni rappresentano un baluardo della difesa dell’ambiente e della legalità in questi territori – ha detto Il vice presidente del Wwf Italia, Dante Caserta – quanto è accaduto al presidente del Wwf Terre del Tirreno purtroppo non è il primo atto intimidatorio che i nostri volontari subiscono in questa come in tante altre parti d’Italia. Sono episodi che non vanno sottovalutati e sui quali chiediamo alla magistratura ed alle forze dell’ordine il massimo impegno affinchè chi opera in maniera disinteressata per la tutela del bene comune non si senta mai solo”.

Nel corso della conferenza stampa sono previsti gli interventi di Dante Caserta, vice presidente Wwf Italia, Giampaolo Oddi, coordinatore guardie Wwf Italia, Piernazario Antelmi, delegato regionale Wwf Italia , Alessandro Gatto, coordinatore regionale guardie Wwf Italia e la partecipazione del referente regionale dell’Associazione “Cittadini contro le Mafie” Rosario Fiorentino con il presidente nazionale Antonio Turri, il presidente e legale dei Vas, Guido Pollice e Johnny Pollio, il vice presidente della Commissione anticamorra della Regione Campania, Enza Amato, Carlo Lubrano, il referente della sezione salernitana del Wwf Terre del Tirreno, Antonio Cariello. Sarà presente il senatore Sergio Puglia del Movimento 5 Stelle.