Interdittiva antimafia per l’azienda, stop agli scuolabus a Massa Lubrense

Scuolabus

MASSA LUBRENSE. Arriva l’interdittiva antimafia nei confronti della ditta che gestisce il servizio ed il Comune impone lo stop agli scuolabus.

 

L’altro giorno il responsabile dell’ufficio Pubblica istruzione ha emesso una determina con la quale si procede alla revoca dell’appalto alla Angelino srl di Caivano, azienda di trasporti che dallo scorso mese di ottobre operava a Massa Lubrense. In base al bando la società avrebbe dovuto svolgere il servizio fino al termine dell’anno scolastico 2015-2016, percependo, per l’intero triennio, poco più di 760mila euro più iva.

Nei giorni scorsi, però, la prefettura di Napoli ha trasmesso al Comune l’interdittiva antimafia nei confronti della Angelino srl. Il tutto sarebbe legato ad una serie di verifiche effettuate dal Comune di Quarto, dove la stessa azienda si era aggiudicata l’appalto per il trasporto scolastico. Controlli che hanno portato al provvedimento della prefettura di Napoli, che, conseguentemente, interessa anche il Comune Massa Lubrense dove opera la Angelino srl.

Poiché nel contratto di servizio stipulato tra l’ente pubblico e l’azienda era chiaramente indicata l’eventuale emissione di un’interdittiva come motivo di risoluzione, gli uffici di largo Vescovado hanno immediatamente provveduto ad emettere il relativo provvedimento.

La conseguenza di ciò è che i circa 600 alunni delle scuole di Massa Lubrense si ritrovano improvvisamente senza il servizio di scuolabus. “Ovviamente non potevamo permettere che questa situazione di disagio si protraesse per tempi lunghi e quindi siamo tempestivamente intervenuti per risolvere il problema – spiega l’assessore alla Pubblica istruzione di Massa Lubrense, Dorina Iaccarino -. Per questo motivo già nella giornata di ieri abbiamo convocato alcune aziende per affidare il trasporto scolastico in via provvisoria a partire dall’inizio della prossima settimana”.

La scelta, dopo una attenta selezione, è caduta proprio su di una società di Massa Lubrense, la quale ha garantito di essere in grado di assicurare il servizio. La ditta, che opererà solo per un periodo di tempo limitato, non più di 20 giorni, opererà utilizzando i 4 scuolabus di proprietà del Comune oltre a propri automezzi, garantendo comunque la sicurezza dei bambini.

“È il tempo necessario per indire una nuova gara di appalto valevole fino al termine dell’anno scolastico – precisa l’assessore Iaccarino –. Per il prossimo anno, poi, indiremo un bando europeo valevole per il prossimo triennio”. Il bando prevede lo svolgimento del servizio di trasporto scolastico con 10 automezzi con autista ed altrettanti accompagnatori che si preoccupino di garantire l’incolumità dei piccoli alunni delle scuole del territorio.

RIPRODUZIONE RISERVATA