Il Tar: “Nessun rinvio all’abbattimento dell’ecomostro”

ecomostro

VICO EQUENSE. Il Tar della Campania ha rigettato la richiesta di sospensiva presentata dalla società Sica. Nessun rinvio, quindi, l’ecomostro di Alimuri sarà abbattuto il 30 novembre. L’unica incertezza che al momento grava sull’intera operazione riguarda l’accordo del 2007 siglato tra la società proprietaria dell’immobile, Provincia di Napoli, Regione Campania, Comune di Vico Equense, Soprintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici e ministero per i Beni e le Attività culturali.

In base a tale intesa, infatti, alla demolizione avrebbe dovuto far seguito la costruzione di una struttura dello stesso volume, su un altro sito da individuare. Il Comune di Vico Equense ha annullato l’accordo sulla base della scoperta dell’illegittimità della struttura. Per la società Sica, invece, quell’accordo è ancora valido.