Il sindaco Cuomo rinnova l’ordinanza anti accattonaggio

accattonaggio

SORRENTO. Da oggi è di nuovo vietato esercitare attività di accattonaggio sull’intero territorio comunale. Lo stabilisce un’ordinanza, della durata di 6 mesi, firmata questa mattina dal sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo. Particolare attenzione dovrà essere riservata, dalla polizia locale e dalle forze dell’ordine in generale, ai controlli nelle aree vicine ad edifici di culto, ospedale, stazione ferroviaria, porto, cimitero, parchi e parcheggi, dove è più frequente la presenza di persone intente a mendicare.

accattonaggio2

Il comandante dei caschi bianchi, Antonio Marcia, ha deciso che con l’entrata in servizio del primo scaglione di agenti stagionali sarà avviata un’attività mirata proprio al contrasto del fenomeno. Le sanzioni amministrative, previste per eventuali violazioni, vanno dai 25 ai 500 euro. Il denaro, provento di elemosine, sarà inoltre confiscato.

“Da tempo la nostra città è diventata meta di persone che elemosinano denaro e spesso, per muovere a pietà i passanti, non esistano a sfruttare bambini e animali – spiega il sindaco Cuomo –. E’ nostro dovere tutelare il decoro e la sicurezza della nostra città, sia nei confronti dei residenti che in considerazione della vocazione turistica del territorio”.

Inoltre, secondo il primo cittadino di Sorrento l’accattonaggio può “costituire un diversivo, preordinato ad agevolare la commissione di attività illecite come borseggi, scippi o furti”,