Capri Watch - Fashion Accessories

Il presidente di Gori: “Entro fine 2017 i lavori alla rete fognaria”

depuratore-punta-gradelle2

PIANO DI SORRENTO. Un progetto della Regione per rimediare ai continui allagamenti dell’area di accesso all’impianto di depurazione di Punta Gradelle. L’annuncio è stato dato ieri pomeriggio, dal presidente di Gori, Michele Di Natale, nel corso del vertice con i sindaci della penisola sorrentina. Il numero uno dell’azienda ha detto anche che fino a dicembre 2017 la società consortile investirà circa 2,5milioni di euro nella separazione della fogna bianca da quella nera e nella manutenzione degli impianti esistenti.

Nel corso dell’incontro pubblico l’attenzione maggiore è stata riservata alla questione relativa al depuratore di Punta Gradelle, un’opera da 43 milioni di euro, attesa ormai da decenni, che continua ad incontrare ostacoli per il completamento. Tra questi l’allagamento del piazzale antistante la galleria di accesso in caso di forti piogge, con conseguenti problemi per la sicurezza.

A breve, quindi, la Regione dovrebbe mettere a punto un progetto per risolvere il problema. Anche se qualcuno polemizza che Regione, tecnici e ditta impegnata nelle opere sono al corrente di ciò che accade quando piove già da 15 anni, ma senza predisporre gli opportuni correttivi.

Altro punto focale toccato nel corso del vertice è quello della commistione tra la rete fognaria e le condotte della pluviale. Per la separazione delle acque bianche dalle nere la Gori ha stanziato 2,5milioni di euro che fino a dicembre 2017, finanzieranno due tipi di interventi: la separazione delle reti a monte del corso Italia in tutti i Comuni della penisola sorrentina e la manutenzione degli impianti fognari esistenti.

Per questa seconda serie di interventi sarà riservata la massima attenzione alle spiagge per evitare sversamenti di liquami in mare con i conseguenti rischi per la balneazione e per l’immagine turistica del comprensorio peninsulare.