Il Pd rilancia il progetto del Wwf per il recupero de Le Tore. Il sindaco Cuomo: “Siamo già al lavoro”

SORRENTO. Realizzare un’oasi ambientale nell’area della pineta e dell’ex eliporto de Le Tore per scongiurare nuovi raid vandalici e rilanciare la zona oggi degradata.

 

La proposta è del Pd ed arriva dopo le ultime segnalazioni del Wwf penisola sorrentina in merito alla presenza di cumuli di rifiuti – ora rimossi – presso il locale di proprietà comunale in precedenza occupato da un ristorante. Il progetto dell’opposizione riprende, a grandi linee, quello predisposto nel 2004 dallo stesso sodalizio ambientalista, prevedendo la possibilità di affidare in concessione l’area, in modo da garantire tanto l’utilizzo della parte coperta, quanto la fruizione libera ed attrezzata di quella scoperta.

La questione, già oggetto di diverse interrogazioni consiliari a partire dal luglio 2010, sarà sollevata nuovamente in Consiglio comunale dal Partito Democratico, per sollecitare i vertici comunali alla realizzazione del piano.

“Il progetto – è riportato nella proposta – dovrà avere come finalità la creazione di un’oasi ambientale pubblica destinata allo svago, alla socializzazione, all’organizzazione di manifestazioni culturali ed attività didattiche ricollegate alla tematica ambientale”.

“Per raggiungere questi obiettivi – spiega Alessandro Schisano, consigliere comunale del Pd – l’amministrazione deve attuare tutte le misure necessarie al recupero dell’immobile di proprietà comunale, che andrebbe utilizzato come punto di riferimento per le attività a supporto dell’oasi. Potrebbe, ad esempio, essere destinato a centro visite, laboratorio ambientale-didattico, punto di sosta per gli appassionati del trekking. Ovviamente – aggiunge Schisano – la proposta parte dall’inevitabile presupposto di un coinvolgimento costante delle associazioni ambientaliste, già nella fase di elaborazione del progetto per il recupero e la valorizzazione di tale area. Questi soggetti, infatti, dovrebbero essere i protagonisti, insieme all’amministrazione comunale, di un processo di riqualificazione di cui beneficerebbero sia i cittadini che i turisti”.

In realtà l’amministrazione si sta già muovendo in tale direzione. Nei giorni scorsi, in occasione del varo del Piano triennale delle opere pubbliche, il sindaco Giuseppe Cuomo ha annunciato che “si sta predisponendo il progetto per rilanciare la zona che prevede la trasformazione del locale in precedenza destinato a ristorante, in un punto di ritrovo e di ristoro per quanti frequentano la vicina pineta”. Operazione per la quale si prevede un investimento di 800mila euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA