Il Pd di Sorrento: “Restauriamo noi il busto di De Curtis”

busto-de-curtis

SORRENTO. Il Partito Democratico di Sorrento pronto a scendere in campo per il recupero del busto di Giambattista De Curtis che si trova presso la stazione dell’Eav. Di seguito la nota stampa inviata dal Pd per spiegare l’iniziativa.

E’ trascorso oltre un mese da quando, l’ormai ex assessore Raffaele Apreda, invitava “qualcuno” a finanziare il restauro del busto di Giambattista De Curtis, dichiarando “E’ l’unico modo ormai per fare le cose, altrimenti tra scartoffie varie, gare di appalto, anticorruzione, antimafia ecc.”. Qualcuno l’ha definita una provocazione, altri una semplice boutade, altri ancora come un chiaro segno di incapacità dell’amministrazione comunale di Sorrento. In tanti si sono chiesti come si possa gestire una città come Sorrento, se non si è in grado nemmeno di realizzare la ristrutturazione di un busto.

Intanto ad oggi l’appello del geometra Apreda è caduto nel vuoto, o quasi. Il Circolo Pd di Sorrento, ha infatti ritenuto opportuno dare seguito a questo invito, ed il Direttivo di Circolo ha deciso di rendersi disponibile come “finanziatore” di questo intervento. A tal fine, a breve sarà presentata in Consiglio comunale una proposta, con la quale si chiederà che sia adottata una apposita delibera.

Si chiederà, pertanto, ai sensi dell’art. 119 del Tuel, di stipulare un apposito contratto di sponsorizzazione che consenta al Partito Democratico di eseguire i lavori di restauro con l’unica condizione che durante il corso dei lavori emerga in maniera chiara che i lavori sono finanziati per intero dal Partito Democratico e non dall’amministrazione comunale. Ovviamente il Partito Democratico si farà carico – su delega dell’amministrazione comunale – di quanto necessario per ottenere tutti i pareri necessari.

Il Partito Democratico nel suo piccolo si impegna a portare a termine, a sue spese, questo intervento, ma se questi sono i presupposti cosa ne sarà del Parco Ibsen? Di piazza Veniero? Dei Cisternoni Spasiano? Della Regina Giovanna? Della manutenzione delle strade e del verde pubblico?