Il Napoli piega 2 a 0 il Catania e vola in testa alla classifica

hamsik12

Per una notte il Napoli può guardare tutti dall’alto.

 

 

Anche il Catania deve inchinarsi dinanzi agli azzurri che agganciano la Juve in testa alla classifica. Ora si spera che il Chievo, domani, riesca a fare uno sgambetto ai bianconeri.

Nel frattempo la squadra di Mazzarri piega 2 a 0 i siciliani grazie alle reti di Hamsik e Cannavaro, entrambe messe a segno nei primi 45 minuti. Per il capitano è stata una notte eccezionale. Dopo aver toccato le 259 presenze con la maglia azzurra, raggiungendo in questa speciale classifica un signore che si chiama Diego Armando Maradona, si è anche goduto il piacere di segnare la prima rete in questo campionato. Una bella soddisfazione dopo l’onta della squalifica poi annullata.

Il Catania, ben messo in campo da Maran, nella prima mezz’ora imbriglia bene il Napoli. Ma al 30° l’equilibrio si spezza grazie ad un tiro-cross di Zuniga che trova Hamsik sul secondo palo pronto a mettere in rete. Passano 7 minuti e si fa vedere anche Cavani che su punizione coglie in pieno la traversa con Andujar battuto. Nel finale di primo tempo si fanno vedere anche gli etnei con Barrientos che solo davanti a De Sanctis spara a lato. All’ultimo minuto gli azzurri raddoppiano: assist al bacio di Hamsik che trova Cannavaro al centro dell’area pronto a ribadire in rete.

Sugli spalti è il tripudio, si sente odore di scudetto.

Nella ripresa il Napoli si limita ad attendere facendo scattare il contropiede. Dopo 3 minuti goal annullato a Bergessio. Per liberarsi in area strattona platealmente Zuniga, rete da non convalidare e l’arbitro Calvarese, ben coadiuvato dagli assistenti, prende la decisione giusta. Nel corso dei secondi 45 minuti il Catania mantiene una sterile supremazia territoriale, ma senza mai impensierire seriamente De Sanctis. Solo al 66° il portiere azzurro deve prodursi in una parata plastica su di un’insidiosa punizione di Lodi. All’84° Cavani, splendidamente lanciato da Insigne, tenta l’azione personale, ma viene fermato all’ultimo istante prima di tirare.

La partita si chiude quindi sul risultato di 2 a 0 ed i tifosi possono continuare a sognare il tricolore. Sabato prossimo è in programma l’insidiosa trasferta sul campo della Lazio ed è quella l’occasione per dimostrare di essere pronti ad entrare nella storia.

Hamsik conquista la palma del migliore in campo, soprattutto grazie alla rete messa a segno ed all’assist che ha portato al raddoppio di Cannavaro.

L’arbitro Calvarese non è apparso all’altezza in tutte le occasioni. In particolare la sua maggiore responsabilità è di non aver sanzionato con il rigore un fallo di mano in area di Zuniga al 35°, sul risultato di 1 a 0 per gli azzurri.