Il meglio della medicina a Sorrento per discutere di Colonscopia Virtuale

tac-sorrento

Il gotha della medicina della penisola sorrentina, e non solo, si è ritrovato all’Hilton Sorrento Palace per discutere di Colonscopia Virtuale. A promuovere l’incontro dal titolo “La Colonscopia Virtuale con Cad Colon. Un traguardo reale per la prevenzione e la diagnosi del tumore del colon”, tenutosi questo pomeriggio, è stato Mariano Pane, titolare del Centro Diagnostico Pane di Piano di Sorrento, che ha appena dotato la propria struttura dell’apparecchio necessario ad eseguire la Colonscopia Virtuale.

incontro-colonscopia4

Mariano Pane

“Tentiamo di offrire le migliori prestazioni possibili agli utenti – ha detto Mariano Pane nel suo intervento di apertura dei lavori – grazie all’elevata professionalità dei nostri collaboratori ed all’utilizzo di apparecchiature sempre più sofisticate come, appunto, quella che consente di eseguire la Colonscopia Virtuale. Purtroppo, però, ci troviamo sempre più spesso a scontrarci contro un muro di gomma rappresentato da coloro che gestiscono la sanità pubblica. Continuiamo, infatti, a chiedere l’accredito per la convenzione con la Regione per garantire ai cittadini della penisola sorrentina l’accesso a prestazioni specialistiche a carico del servizio sanitario nazionale e continuiamo a ricevere risposte negative”.

incontro-colonscopia5

Bruno Accarino

Argomento toccato anche da Bruno Accarino, consigliere nazionale Sirm: “Per fortuna ci sono privati come Mariano Pane che investono per garantire prestazioni innovative e dagli elevati standard qualitativi agli utenti. Quando ci confrontiamo con i vertici sanitari campani, rileviamo il loro totale menefreghismo nei confronti delle problematiche che attanagliano la popolazione. A dimostrazione di ciò il fatto che ogni anno, puntualmente, a settembre è già stato raggiunto il tetto di spesa per gli esami diagnostici, con i cittadini obbligati a pagare le prestazioni. Tutto ciò quando si rilevano una serie di accertamenti inutili. Basterebbe tagliare sulle prestazioni superflue – ha concluso Accarino – per poter garantire le cure necessarie a chi effettivamente ha bisogno”.

incontro-colonscopia3

Franco Corcione

Anche Franco Corcione, presidente della Società italiana di Chirurgia, ha puntato l’indice contro chi gestisce la sanità pubblica. “Purtroppo – ha detto – chi opera nel settore medico è costretto a confrontarsi quotidianamente con problemi legati ai tagli alle risorse ed ai mancati investimenti. Ma ci sono gli esempi positivi come Mariano Pane ed il suo Centro, che rappresentano il meglio della diagnostica moderna”. Il primario di Chirurgia dell’Azienda Ospedaliera dei Colli si è anche soffermato sulla rilevanza che riveste la Colonscopia Virtuale nella chirurgia del ventunesimo secolo. “Soprattutto per gli interventi in laparoscopia – ha aggiunto Corcione – è indispensabile conoscere l’esatta ubicazione del tumore da asportare ed in questo la Colonscopia Virtuale, che offre immagini tridimensionali del colon, è importantissima: il lavoro di noi chirurghi grazie a tale metodo diagnostico risulta notevolmente facilitato”.

incontro-colonscopia2

Duccio Buccicardi

Molto più tecnico l’intervento di Duccio Buccicardi, dirigente medico di Radiologia diagnostica ed interventistica all’ospedale San Paolo di Savona. Grazie ad una serie di slide ha spiegato ad un’attenta platea i vantaggi della Colonscopia Virtuale. “Si tratta di un esame molto meno invasivo rispetto a quello tradizionale – ha sottolineato Buccicardi – in quanto non si utilizza una sonda per esplorare il colon, bensì viene effettuata una ricostruzione tridimensionale attraverso una sofisticata apparecchiatura Tac multistrato. Inoltre i pazienti non devono effettuare una complessa preparazione prima di sottoporsi all’esame, ma basta solo una dieta priva di fibre nei tre giorni precedenti e l’assunzione mezz’ora prima di una bevanda che serve ad evidenziare la mucosa intestinale”.

incontro-colonscopia6

Alfonso Reginelli

Al termine Alfonso Reginelli, vice presidente Sezione di studio di radiologia addominale gastroenterologica della Sirm, ha tirato le somme degli interventi ribadendo “l’importanza delle nuove tecniche diagnostiche come la Colonscopia Virtuale nel migliorare le prestazioni per i cittadini, in particolare per quanti, a causa di altri disturbi e patologie, non possono sottoporsi all’esame tradizionale”.

All’evento dell’Hilton Sorrento Palace hanno partecipato anche i rappresentanti delle amministrazioni locali della penisola sorrentina. L’incontro, infatti, è stato patrocinato da tutti i Comuni della costiera.

incontro-colonscopia