Il libro su Dalla al Palazzo Caracciolo di Napoli

Lucio-Dalla

“Lucio Dalla ritornava sempre sul parallelo tra il Brasile e Napoli: il canto della bellezza, in ogni forma, come fonte di ispirazione degli artisti brasiliani e napoletani, la cui musica esprimeva una personalità e una identità del tutto particolare, completamente autonoma rispetto alla musica anglofona, allora dominante. Ecco perché Lucio citava, come esempio, la storica esibizione di Caetano Veloso, nella napoletanissima ‘Luna Rossa’, applaudita da centomila persone, a Napoli, nel 1995, nel concerto a piazza Plebiscito: ‘Fu una grande idea e Caetano fece un’indimenticabile performance!’. L’interpretazione di Veloso testimoniò la sintonia, anche culturale, tra la musica brasiliana e quella napoletana”.

lauro-dalla

Nelle pagine del romanzo biografico di Raffaele Lauro, “Caruso The Song – Lucio Dalla e Sorrento”, emerge, in pieno, la contaminazione musicale tra l’opera del grande artista bolognese e i classici della canzone napoletana, della musica brasiliana e della lirica, che trova l’espressione più compiuta nel suo capolavoro: “Caruso”.

Il libro sarà presentato, a Napoli, giovedì 21 maggio 2015, alle ore 18, nel cortile d’onore di Palazzo Caracciolo (via Carbonara, 112), da: Giovanni Gargiulo, directional manager della Banca Credem; Giuliana Gargiulo, giornalista e scrittrice; Giuseppe Alessio Nuzzo, regista e direttore del Social World Film Festival; Raffaele Aiello, amministratore delegato della Snav ed Eugenio D’Andrea, avvocato e procuratore di Lucio Dalla. Concluderà la manifestazione -evento la senatrice Diana De Feo, giornalista e scrittrice.