Il giudice che ha condannato Berlusconi venerdì sarà a Sorrento per un convegno al “Salvemini”

Esposito-giudice

SORRENTO. Il giudice Antonio Esposito, presidente della sezione della Cassazione che ha confermato la condanna a Silvio Berlusconi, sarà venerdì a Sorrento per un incontro con gli studenti del liceo scientifico “Salvemini” sulle tematiche dell’antimafia.

 

Presidente onorario dell’associazione “Antonino Caponnetto” che ha promosso il convegno dal titolo “Dalla alla retorica alla denuncia. Per un’antimafia sempre più incisiva al servizio del Paese e degli onesti”, il magistrato si è ritrovato al centro delle polemiche per l’intervista rilasciata al quotidiano “Il Mattino” dopo la sentenza contro l’ex premier.

Il giudice terrà una lezione, alle 9:30 nell’aula magna, sulla criminalità organizzata e le sue logiche di morte. A supporto delle sua testimonianza, anche gli interventi del pm della Dda di Napoli, Catello Maresca, e del procuratore aggiunto di Nola, Maria Antonietto Troncone.

Si affronteranno, poi, temi come il “peso economico” delle organizzazioni criminali e le difficoltà di gestione dei beni confiscati alla mafie con l’intervento di Elio Veltri, scrittore ed ex parlamentare. Non meno rilevante la partecipazione di Antonio Marfella, l’oncologo che ha consegnato da qualche giorno, nel corso di un’audizione in Senato, i risultati epidemiologici-shock sulla Terra dei Fuochi, dove si continua a morire di rifiuti tossici. Di ambiente devastato dalle mafie parlerà Guido Pollice, fondatore di Verdi Ambiente e Società. Interverranno inoltre, Nello Trocchia del “Il Fatto quotidiano” Patrizia Fiorentino, dirigente del Salvemini, Elvio Di Cesare, segretario nazionale dell’associazione Caponnetto, e Rita Pennarola de “La voce delle voci” che condurrà il dibattito.

RIPRODUZIONE RISERVATA