Il Giro d’Italia fa anticipare la festa patronale di Sant’Antonino

processionesantantonino

SORRENTO. La tradizione vuole che i festeggiamenti in onore di Sant’Antonino “dei giardinieri”, si svolgano durante la prima domenica del mese di maggio. Ma quest’anno si cambia.

 

L’arrivo del Giro d’Italia a Sorrento ha spinto l’arcivescovo Francesco Alfano ad anticipare i riti a domani.

Così questa sera alle 19 nella basilica delicata al patrono della città sarà celebrata una messa che il prelato ha deciso di dedicare alle persone in difficoltà a causa della crisi: Disoccupati, licenziati, esodati e giovani alla ricerca del primo impiego.

“Davanti ai morsi insopportabili della crisi e della povertà, ciascuno di noi è chiamato ad offrire una testimonianza concreta di solidarietà e carità cristiana – sottolinea monsignor Alfano, che presiederà la solenne celebrazione di stasera alla quale prenderanno parte anche i vertici dell’Associazione degli artigiani sorrentini e della Società operaia di mutuo soccorso -. Caritas, mense parrocchiali ed associazioni di volontariato suppliscono, per quanto possono, alla scarsa attenzione che gli enti pubblici dedicano loro. Se la sofferenza degli emarginati non è ancora sfociata in atti di violenza fisica eclatanti è solo grazie a questa rete di protezione”.

È questo il motivo che ha spinto l’arcivescovo di Sorrento a dedicare l’ultima giornata del settenario di preghiera per la festa di Sant’Antonino ai temi della povertà e della disoccupazione, mentre dalla Curia fanno sapere che si preparano altre iniziative di sostegno.

Domani sera, alle 18, è invece in programma la tradizionale messa celebrata sul piazzale antistante la casa di riposo di Sant’Antonio cui farà seguito la processione con la statua di Sant’Antonino.

Domenica, infine, in programma i riti religiosi nella basilica con 4 funzioni: alle ore 8, 10, 11.30 e 19.

RIPRODUZIONE RISERVATA