Capri Watch fashion & Accessories

Il Covid come opportunità, a Massa Lubrense nasce l’associazione delle guide turistiche

agat-massa-lubrense

Il Covid-19 che da incubo può trasformarsi in opportunità. La crisi dovuta alla pandemia ha offerto l’occasione di scoprire forze ed energie nuove, con donne e uomini, che hanno deciso di mettersi insieme per il rilancio personale e della propria terra. È su questi presupposti che si è costituita l’associazione Agat di cui fanno parte guide ed accompagnatori turistici di Massa Lubrense. L’obiettivo è di mettere al servizio della comunità le proprie conoscenze e la propria professionalità.

Un gruppo che è nato nel momento più buio dell’emergenza innescata dal Coronavirus, il quale, in questi giorni, ha avuto modo di farsi conoscere ed apprezzare attraverso le escursioni organizzate a sostegno della rassegna “Natura in concerto” fortemente voluta dall’amministrazione comunale della città della Costiera sorrentina. Con entusiasmo gli associati all’Agat hanno accompagnato gruppi di turisti e di residenti lungo le più belle stradine ed attraverso la fitta rete di sentieri che attraversa il vasto territorio di Massa Lubrense, raccontandone storia e cultura.

Tutti i partecipanti alle passeggiate sono rimasti incantati e sorpresi dopo che le loro guide hanno illustrato aneddoti e particolari sconosciuti ai più, recuperati grazie allo studio di antichi libri di storia locale. “L’ associazione Agat insieme alle guide ambientali delle Pro Loco, che da anni organizzano bellissime escursioni di trekking – spiega il vice sindaco con delega al Turismo, Giovanna Staiano – costituiscono, senza alcun dubbio, una realtà imprescindibile per la futura offerta turistica del nostro territorio. Tutto ciò dimostra soprattutto che dai periodi apparentemente negativi possono liberarsi nuove idee, nuove forme di costruttiva collaborazione, consentendo ad una comunità di crescere e di rinnovarsi”.

Il settore delle guide turistiche è uno di quelli maggiormente colpito dalla crisi economica generata dalla pandemia. Le associazioni di categoria ritengono che per loro la ripresa non potrà arrivare prima della primavera del prossimo anno, sperando che nel frattempo le istituzioni decidano per il via libera alle escursioni delle comitive. Al momento, infatti, le norme che impongono di mantenere il distanziamento interpersonale non consentono di organizzare visite guidate per gruppi di turisti. Per questo aderire ad un’associazione può rappresentare il modo migliore per offrire a se stessi ed agli altri nuove opportunità di lavoro, magari anche portando gli stessi residenti di una località a scoprire siti e luoghi di grande interesse ma spesso poco conosciuti a chi non si interessa di storia, usi, costumi e tradizioni locali come le guide che, invece, fanno di questo aspetto il fulcro della loro attività.