Capri Watch - Fashion Accessories

Il Comune di Sorrento assegna contributi per le locazioni

comune-sorrento

SORRENTO. Il Comune ha pubblicato un bando di concorso per la concessione dei contributi speciali per famiglie disagiate al fine di migliorare le attività familiari e sostenere i canoni di locazione per l’anno 2019, gestito solo con fondi comunali, in favore dei soggetti titolari di contratti ad uso abitativo nel Comune di Sorrento, regolarmente registrati.

Per beneficiare del contributo bisogna essere titolare per l’anno 2019, quindi intestatario, di un contratto di locazione per uso abitativo, regolarmente registrato (in regola con il pagamento dell’imposta di bollo se dovuta) non di un immobile di proprietà comunale e la certificazione Isee in corso di validità rilasciata nell’anno 2019 non deve essere superiore a 9mila euro.

Inoltre il titolare del contratto deve essere residente (e non domiciliato) da almeno 10 anni nel Comune di Sorrento. I 10 anni potranno anche essere non continuativi, poiché il cumulo degli anni di residenza raggiunga la soglia previsti. Dagli uffici comunali a tale riguardo fanno sapere che “le autodichiarazioni saranno soggette a controllo da parte dell’ufficio e quelle non veritiere saranno causa di esclusione dal bando stesso”. Per i cittadini stranieri è necessario attestare una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo, svolta nel territorio del Comune di Sorrento.

Il Comune ha stanziato per il bando un totale di 75mila euro. Il contributo economico sarà determinato e calcolato in base ai seguenti criteri:
– famiglia con 1 figlio in età scolare (asilo-università): 5 punti
– famiglia con 2 figli in età scolare (asilo-università): 10 punti
– famiglia con 3 o più figli in età scolare (asilo-università): 15 punti
– Soggetti nei confronti dei quali risulti emesso provvedimento di rilascio dell’abitazione e che abbiano proceduto a stipulare un nuovo contratto di locazione ad uso abitativo con le modalità previste dalla legge n.431 del 9 dicembre 1998: 3 punti
– Presenza all’interno dei nuclei di soggetti diversamente abili: 2 punti
– Ultrasessantacinquenni: 1 punto
– Famiglie monoparentali: 1 punto
– Numero componenti del nucleo familiare: punti calcolati in base al numero dei componenti, ad ogni componente 1 punto
Si precisa che il contributo verrà calcolato in ratei in base a quelli effettivamente pagati;
La selezione dei beneficiari avverrà mediante la formulazione di una graduatoria ed il contributo sarà erogato fino all’esaurimento della provvista finanziaria di 75mila euro.

Le domande di partecipazione degli aspiranti beneficiari, debitamente compilate e sottoscritte, devono essere presentate utilizzando solo l’apposito modulo predisposto dal Comune. Le istanze devono essere spedite, insieme alla documentazione prevista, a mezzo raccomandata AR, entro la data del 5 luglio 2019 (farà fede la data del timbro postale), pena l’esclusione, al seguente indirizzo: Ufficio Elettorale – Comune di Sorrento, Piazza Sant’Antonino 14 – Sorrento 80067, indicando la seguente dicitura: “Bando di concorso – Contributi speciali per famiglie disagiate al fine di migliorare le attività familiari e sostenere i canoni di locazione anno 2019”

Alla domanda di partecipazione deve essere allegata la seguente documentazione, pena l’esclusione:
– fotocopia fronte retro di un documento di riconoscimento di chi produce la domanda che deve obbligatoriamente anche l’intestatario del contratto;
– copia del contratto di locazione regolarmente registrato con i dati di registrazione dello stesso;
– copia della ricevuta di pagamento con marca da bollo o bonifico bancario o vaglia postale attestante l’avvenuto pagamento del canone di locazione relativo alle mensilità dell’anno 2019 (da aprile 2018 – maggio 2019).
Si precisa che le ricevute di pagamento da presentare, non dovranno essere cumulative ma singole per ogni mensilità pagata, tale modalità è stabilita per evitare l’evasione dell’imposta di bollo da corrispondersi sulla ricevuta;
– ricevuta di versamento della tassa di registrazione mod. F24 o copia della raccomandata con cui il locatore comunica all’inquilino di aver aderito alla cedolare secca a meno che nel contratto di locazione sia espressamente disposta la rinuncia agli aggiornamenti del canone. Si precisa che gli adempimenti economici verso l’Agenzia delle Entrate devono essere regolarmente versati altrimenti il Comune segnalerà all’Agenzia delle Entrate i cittadini inadempienti e la domanda di accesso al bando verrà automaticamente rigettata
– certificazione Isee in corso di validità rilasciata nell’anno 2019;
– dichiarazione sostitutiva unica (DSU) – anno 2019;
– per i cittadini stranieri attestazione di una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo svolto nel territorio del Comune di Sorrento;
– eventuale attestazione dello stato di sfratto;
– eventuale documentazione attestante lo stato d’invalidità superiore al 66% di uno o più componenti il nucleo familiare.
– autocertificazione circa la fonte di sostentamento per se e per tutti i componenti maggiorenni del proprio nucleo familiare, prevista dal bando di concorso, qualora il richiedente sia soggetto senza fonte di reddito (ISEE 0).
– autodichiarazione della residenza da almeno 10 anni (se i 10 anni non sono continuativi deve essere ricostruito l’arco temporale dei 10 anni specificando i periodi di residenza a Sorrento e quelli di residenza negli altri comuni) si precisa che il cittadino deve, nell’autocertificazione prodotta, ricostruire i periodi in cui è stato residente a Sorrento, quindi devono essere specificate le date;
– autodichiarazione dei figli in età scolare precisando i seguenti punti: nome e cognome, età, sezione e scuola frequentante
– fotocopia del codice Iban per conti correnti bancari e postali (si precisa che non è valido l’IBAN del libretto postale).