Il Comune chiude la piscina pubblica dell’Artis Domus

piscina-artis-domus

SORRENTO. Un’ordinanza che impone la cessazione dell’attività di piscina pubblica nel resort. Gli agenti della polizia municipale di Sorrento hanno rilevato che presso l’Artis Domus Realais è stata aperta la struttura che funziona come uno stabilimento ma “senza la prescritta autorizzazione”. Una violazione emersa dall’analisi di un social network dove viene pubblicizzata l’apertura dell’Artis Domus Pool Club e Solarium, con orari dalla 10 alle 18 e possibilità di prenotare considerati i posti limitati.

Dai riscontri effettuati dai caschi bianchi risulta che l’attività non ha alcun titolo abilitativo e che all’ufficio Commercio del Comune di Sorrento non è stata presentata nessuna Scia a riguardo. In base a quanto emerso, quindi, il dirigente della polizia municipale, Antonio Marcia, ha chiesto l’emanazione di un’ordinanza per bloccare l’attività.

Nei confronti della legale rappresentante della società che gestisce l’Artis Domus srl è stato emesso un provvedimento sottoscritto dal funzionario comunale Daniele De Stefano e dal dirigente del settore Commercio, Donato Sarno, che prevede lo stop immediato all’attività di bagno pubblico-piscina.

Dagli uffici di piazza Sant’Antonino avvertono anche che “in caso di inottemperanza si procederà all’adozione di
provvedimento finalizzato alla inibizione anche dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande e dell’attività extralberghiera di casa vacanze”.