I gas espulsi dal tunnel Seiano-Pozzano inquinano il litorale

inquinamento-bikini

VICO EQUENSE. Un agronomo che lavora per la Sma Campania spa, una società della Regione Campania che si occupa anche di risanamento ambientale, ha effettuato insieme al comandante della polizia municipale di Vico Equense, Ferdinando De Martino, un sopralluogo nell’area del camino di espulsione aria dal tunnel di Santa Maria di Pozzano, che si trova in località Bikini, lungo la strada Statale 145 Sorrentina.

Le foto scattate nei giorni scorsi hanno mostrato chiaramente piante di ulivo completamente annerite, ma anche un grave inquinamento dell’aria e del suolo. La zona interessata dal danno ha un’estensione di circa 250 metri quadrati.

“L’area controllata – è riportato nella relazione – manifestava alla vista un fenomeno di desertificazione con la morte anche delle erbe infestanti. Le piante presentavano, in generale, annerimenti diffusi non dovuti ad agenti biotici ma al deposito dei gas di scarico provenienti dal collettore. In particolare l’annerimento aveva causato danni irreversibili alle piante di lentisco procurandone la morte. Le piante di olivo e carrubo totalmente annerite hanno difficoltà nel foto-sintetizzare e a causa del forte stress da inquinamento ricacciano germogli freschi e verdi che in breve tempo anneriscono anch’essi e muoiono”.

Alla luce di ciò il professionista conclude la sua relazione prevedendo che “l’area interessata dall’inquinamento sarà destinata ad aumentare. Pertanto si consiglia di fare interventi celeri di ripristino delle condizioni naturali, al fine di salvaguardare essenze arboree e arbustive della macchia mediterranea”.