Capri Watch, fashion accessories

Guardia Costiera, in estate più controlli a Seiano e Meta

meta1spiaggia

“Ogni anno affrontiamo un crescente afflusso diportistico e un affollamento sempre maggiore, controlliamo 50 chilometri di costa quotidianamente con 40 uomini che si dividono tra mare e spiagge”. Sono i numeri di Mare Sicuro, l’iniziativa per la sicurezza lungo la costa che coinvolge la Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia che ha competenza territoriale anche sulla costiera sorrentina. Dati forniti direttamente dal comandante della Guardia Costiera, Guglielmo Cassone.

Le spiagge più affollate della costa sono quelle di Seiano di Vico Equense e Meta, due punti caldi per i militari che mantengono in queste zone un presidio di controllo giornaliero. Per muoversi e ispezionare l’intera costa hanno a disposizione 2 motovedette, 3 battelli veloci e due gommoni dislocati a Torre Annunziata e Massa Lubrense. Nel 2016 sono state 539 le imbarcazioni da diporto fermate, 218 i controlli per la protezione ambientale marina, 357 quelli sulla pesca, 2 inerenti al traffico mercantile, 1473 per ordinanze balneari. A questi dati si aggiungono quelli relativi a notizie di reato e illeciti amministrativi che hanno portato a 35 sanzioni riscontrate su imbarcazioni, 24 contro la pesca di frodo, 298 riguardanti la tutela del patrimonio e controlli sulle spiagge.

Per i diportisti, invece, torna il “bollino blu” un tagliando che sarà rilasciato dalla Capitaneria di Porto a seguito di un controllo preventivo di imbarcazioni e documenti. “Sono 350 i bollini in dotazione che quest’anno siamo pronti a distribuire alle imbarcazioni virtuose”, conclude il comandante Cassone.