La Guardia Costiera impegnata nei controlli per “mare sicuro”

guardia-costiera1

SORRENTO. Un motoscafo ed un gommone. Così ieri, nel primo pomeriggio, la Guardia Costiera è partita da Marina Piccola in direzione della baia di Puolo. Giunti sul posto sono subito state comminate le prime multe per le imbarcazioni troppo vicine alla costa.

Un controllo di routine volto a far sentire la propria presenza, specialmente nel fine settimana, quando il mare diventa preda di migliaia di diportisti, molti dei quali decisamente indisciplinati.

Infatti, ciò che emerge dopo questo primo aperitivo d’estate, è che il sabato e la domenica è diventato pericolosissimo andare per mare: barche lanciate a tutta velocità a pochi metri dalla costa e bagnanti costretti a restare negli specchi d’acqua dinanzi agli stabilimenti, quasi ad aver paura di fare altre due bracciate.

Ma la Guardia Costiera, già da giorni è impegnata anche nei controlli dei lidi balneari: attrezzature di sicurezza, rispetto delle normative ambientali e verifiche sulle attività dei diportisti.

Da ricordare la grande novità di quest’anno riguardo il numero blu 1530, che consente di chiamare direttamente la stazione della Guardia Costiera più vicina rispetto al punto da dove parte la telefonata.