Grande festa per i 70 anni di sacerdozio di don Gennaro Porzio

don-gennaro-porzio

META. Questa sera, alle ore 20, don Gennaro Porzio festeggerà i 70 anni di sacerdozio nel corso di una messa solenne presieduta dall’arcivescovo di Sorrento-Castellammare, Francesco Alfano. Ovviamente la celebrazione si terrà nella basilica della Madonna del Lauro, di cui è stato parroco negli anni Ottanta, circondato dai confratelli di tutta la penisola sorrentina.

Classe 1921, ordinato sacerdote il 15 luglio 1945, canonico del capitolo della Cattedrale e prelato d’onore del Papa, don Gennaro Porzio è l’emblema del sacerdote impegnato nel sociale. Per dieci anni ha ricoperto la carica di presidente dell’Ente comunale di assistenza, per lungo tempo unico sostegno per le fasce meno abbienti della popolazione. Poi ha guidato l’Ente morale asilo infantile, curando l’organizzazione delle colonie estive per i bambini, prima di dirigere la casa di riposo. Ed è proprio grazie a lui che questo edificio è stato ristrutturato e adeguato alle esigenze dei poveri che accoglieva. E don Gennaro se ne è ricordato anche oggi, nel giorno della messa per il 70esimo anniversario della sua ordinazione sacerdotale: invece di spendere migliaia di euro per organizzare una festa, l’ex parroco ha preferito acquistare un climatizzatore proprio per gli anziani che soggiornano nella casa di riposo.

La cultura e la preparazione gli hanno consentito di ricoprire numerose cariche di prestigio: prima vicario generale, poi presidente dell’Istituto per il sostentamento del clero della diocesi di Sorrento-Castellammare. E nella sua vita non ha mai abbandonato lo studio, curando meticolosamente ogni singola omelia: “Ho sempre cercato di fare le cose per bene – racconta don Gennaro che è sempre lucidissimo a dispetto dei 94 anni -. Per trattare qualsiasi argomento ho sempre passato in rassegna tutti i volumi della mia biblioteca. Non mi sono mai accontentato, sono sempre andato alla ricerca del meglio nella consapevolezza che noi sacerdoti siamo i microfoni di Dio”.

Anche da parroco don Gennaro Porzio ha lasciato il segno. Eletto dai fedeli metesi come successore di don Peppino Russo, Porzio ha realizzato il primo centro parrocchiale dell’intera penisola sorrentina e organizzato i primi campi-scuola sul monte Faito, ai quali partecipavano decine di giovani. Gli stessi che, ormai 50enni, pregheranno insieme a lui questa sera.