Capri Watch fashion & Accessories

Gli studenti del Salvemini spiegano Chagall a Villa Fiorentino

villa fiorentino

SORRENTO. La promozione dell’arte, della cultura e delle tradizioni locali rappresentano il fulcro di un progetto di alternanza scuola-lavoro che ha visto protagonisti gli studenti della quinta A del liceo scientifico Gaetano Salvemini, in collaborazione con la Fondazione Sorrento. Gli alunni hanno illustrato ai visitatori le atmosfere oniriche, i mondi surreali e la tenerezza dei personaggi che popolano le opere dell’artista di origine bielorussa, ma francese di adozione, Marc Chagall, un percorso guidato che ne ricostruisce la biografia e le tematiche centrali delle opere.

Tra i visitatori accompagnati alla scoperta delle opere esposte nelle sale di Villa Fiorentino dagli strudenti sorrentini anche gli allievi del liceo De Carlo di Giugliano. Una sorta di gemellaggio culturale tra le due scuole. Il progetto ha concluso il triennio di alternanza scuola-lavoro attraverso un’esperienza qualificante e formativa. Tra gli appuntamenti significativi, la partecipazione dei genitori che hanno avuto l’opportunità di verificare le competenze acquisite dai propri figli, attraverso la visita guidata alla mostra e al giardino di Villa Fiorentino, un itinerario di vita rurale nel cuore di Sorrento, a ridosso delle antiche mura.

Il progetto, coordinato dalla dirigente del Salvemini, Patrizia Fiorentino, realizzato dall’amministratore delegato della Fondazione Sorrento, Gaetano Milano, come tutor aziendale; e da Anna Iaccarino, docente di storia dell’Arte, come tutor scolastico. La mostra I colori dell’anima, dedicata a Marc Chagall si articola in 120 opere, tra cui spiccano 20 capolavori realizzati mediante varie tecniche.