Gemellaggio con Eliat, a Sorrento il console italiano della città

cuomo-console-mandelli

SORRENTO. Fred Mandelli, console italiano ad Eilat, importante centro dell’estremo sud di Israele, è stato ricevuto al Palazzo Municipale dal sindaco, Giuseppe Cuomo. La visita segue l’approvazione all’unanimità della deliberazione con la quale il Consiglio comunale di Sorrento, nella seduta del 21 luglio scorso, ha manifestato la volontà di attuare un patto di gemellaggio tra la località del Golfo di Napoli e la cittadina affacciata sulle rive del Mar Rosso.

Riscontrati tanti settori di comune interesse, e quindi di possibile cooperazione e scambi, l’iniziativa ha trovato slancio nell’ambito del programma dell’amministrazione comunale relativo al capitolo turismo e alla conseguente volontà di diversificare l’offerta attraverso nuovi segmenti di mercato.

Abitato da circa 60mila residenti, su un territorio di 87mila ettari, Eilat e l’omonimo golfo sono situati tra la penisola del Sinai e quella araba. Si tratta di uno dei siti già importanti dal mondo per osservazioni e immersioni marine e una località di grande pregio storico. Oggi è sede di uno dei più importanti porti israeliani, che accoglie anche numerose crociere, e di un grande centro turistico-climatico, oltre ad eventi e festival che richiamano ogni anno quasi 3 milioni di visitatori.

“Il gemellaggio con Eilat potrebbe aprire la strada ad un turismo di incoming verso Sorrento di grande interesse per le attività economiche locali – spiega il sindaco, Giuseppe Cuomo -. Flussi favoriti anche dall’attivazione, lo scorso anno, di un volo di linea diretto tra Napoli e Tel Aviv e l’imminente inaugurazione di un nuovo scalo aeroportuale proprio ad Eilat”.

Entro la fine di settembre è previsto il nulla osta al gemellaggio tra le due città del Dipartimento Affari Regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dopo il parere obbligatorio del Ministero Affari Esteri, in relazione alle linee ed indirizzi di politica estera dell’Italia.