Galà della Fiction a Castellammare: incoronata la serie “Gomorra”

fiction-gomorra

CASTELLAMMARE. Si è tenuta ieri, nello splendido castello medievale di Castellammare di Stabia, la settima edizione del Galà del cinema e della Fiction.

Tante personalità dello spettacolo, tanti registi e attori tra i più noti della scena italiana erano presenti all’evento, ideato e prodotto da Valeria Della Rocca in collaborazione con la Film Commission Regione Campania e con la direzione artistica del critico cinematografico Marco Spagnoli.

La manifestazione ha assegnato i seguenti premi speciali: a Peter Greenaway per l’Eccellenza Artistica; ai registi Pupi Avati ed Enzo D’Alò alla carriera; a Pivio e Aldo De Scalzi per la colonna sonora di “Song ‘e Napule”; ad Anna Valle e Giuseppe Zeno come migliori attori di fiction dell’anno; a Chiara Francini come miglior attrice; a Erminia Manfredi ed Euridice Axen per l’impegno sociale; ad Elena Santarelli come Rising Star, mentre a Gianfelice Imparato è andato il riconoscimento della Banca Stabiese.

Quanto alle opere in concorso, i vincitori sono stati:

Per le Web Serie: “Gli effetti di Gomorra sulla gente” prodotta da The Jackal; per il miglior attore di cinema: Luca Zingaretti (per “Perez” di Edoardo De Angelis); per la migliore attrice di cinema: Simona Tabasco (“Perez”).

Il miglior film è “Song’ e Napule” di Antonio e Marco Manetti.

I migliori attori di fiction Marco D’Amore e Maria Pia Calzone per “Gomorra La serie”, premiata anche come fiction dell’anno.