Fruttivendola-pusher di Massa Lubrense nei guai anche per i soldi falsi

soldi-falsi-10-euro

MASSA LUBRENSE. Si complica la posizione della fruttivendola con l’hobby dello spaccio di droga. Gli agenti del commissariato della Polizia di Stato di Sorrento nei confronti di Rosa Terminiello, 38enne arrestata ieri per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, hanno proceduto anche alla denuncia in stato di libertà per detenzione di banconote false.

I poliziotti del vice questore Donatella Grassi in seguito ad accurate indagini hanno accertato che la donna all’interno del suo negozio di ortofrutta di via Turro, a Massa Lubrense, vendeva anche marijuana. Ieri pomeriggio, quindi, gli agenti hanno effettuato un controllo presso l’esercizio commerciale poco dopo che un giovane vi era entrato ed uscito a mani vuote ma con in tasca una dose di marijuana.

Gli uomini del commissariato costiero hanno così rinvenuto nel cassetto di un tavolino attiguo al bancone 3 dosi di marijuana pronte per la vendita ed un mazzetto di 45 banconote da 10 euro per un totale di 450 euro. Successive verifiche hanno consentito di appurare che le banconote erano tutte rigorosamente contraffatte. Per questo oltre all’accusa di spaccio di droga, nei confronti di Rosa Terminiello è scattata anche la denuncia per detenzione di banconote false.

La 38enne è stata arrestata e sottoposta alla misura degli arresti domiciliari, mentre la droga ed i soldi contraffatti sono stati sequestrati.