Freddo e temperature record: penisola nella morsa del gelo

Freddo-gelo

SORRENTO. Attila colpisce la penisola, portando freddo record.
 Non stiamo parlando del famoso re degli Unni soprannominato “Flagello di Dio”, ma del flagello meteorologico che ha colpito l’Italia intera senza risparmiare la nostra penisola.

 

Negli ultimi giorni il clima è diventato rigido proprio a causa di questo nucleo di aria fredda proveniente dal Baltico. Le temperature viaggiano tra le minime di 2° o 3° a massime che non superano gli 8°. Il freddo percepito per via dell’effetto del vento è ancora maggiore. Le temperature più basse si registrano a Massa Lubrense, dove si registra addirittura -1° come minima durante la notte. Si tratta dei picchi di freddo più elevati degli ultimi 30 anni se considerate che in questo periodo, di solito, si registrano temperature che si aggirano intorno ai 12° di minima ed i 17° di massima. 

Una curiosità:  Le massime di questi giorni si attestano intorno alle temperature minime dei mesi di gennaio e febbraio, quelli tradizionalmente più rigidi dell’anno. Secondo le previsioni il freddo continuerà almeno fino all’inizio della settimana prossima.

G.C.

RIPRODUZIONE RISERVATA