Capri Watch fashion & Accessories

Fissate le tariffe per il servizio di mensa scolastica a Sorrento

mensa scolastica

SORRENTO. Su proposta dell’assessore alla Pubblica istruzione Maria Teresa De Angelis ed in base alla relazione del dirigente Antonino Giammarino sono state approvate dalla Giunta municipale le tariffe per le mense delle scuole cittadine. Il servizio di refezione dallo scorso anno è affidato a Prisma Cooperativa Sociale. In particolare l’Impresa è obbligata allo svolgimento di tutta una serie di prestazioni: preparazione dei pasti, dei menù e delle diete speciali personalizzate presso le mense scolastiche ubicate nei plessi Angelina Lauro, Vittorio Veneto, Torquato Tasso e Priora; fornitura dei generi alimentari e delle carni e degli altri prodotti; organizzazione del servizio di distribuzione, con scodellamento dei pasti agli utenti presso i refettori scolastici indicati dall’amministrazione comunale; sbarazzo e pulizia di tavoli e sedie, pulizia dei locali, lavaggio delle stoviglie e dei contenitori per gli alimenti, presso le mense: pulizia e sanificazione delle mense.

Ed ancora: fornitura di pentole, contenitori, gastronorm e quant’altro necessario alla produzione dei pasti, compresa, nel corso del contratto, l’eventuale sostituzione di attrezzature usurate o giudicate non riparabili; la dotazione e/o l’integrazione di tutti gli utensili in acciaio inox per la sporzionatura di stoviglie per l’apparecchiatura dei tavoli (es: piatti, bicchieri, posate in acciaio inox, tovaglioli e rotoloni di carta) necessarie allo svolgimento del servizio; interventi di manutenzione ordinaria presso le mense; servizio accoglienza e sorveglianza bambini, educazione alimentare e servizio mensa per i Centri Estivi Ricreativi per i mesi di luglio e agosto.

Nel costo delle spese di refezione sono comprese oltre al personale per il servizio, anche quelle per la fornitura delle derrate alimentari, nonché della manutenzione dei locali, manutenzione che fino ad oggi era effettuata dall’ufficio competente. Il menù, inoltre, comprende nuovi piatti: tortino con cipollotto, polpette di pesce e broccoletti, cavolfiore gratinato, orecchiette alle cime di rapa e salsiccia, tocchetti di parmigiano reggiano, farfalle al ragù di verdure di stagione, pizza al pomodoro Dop San Marzano con tocchi di mozzarella di bufala, vellutata di cavolfiore ed erba cipollina, penne al ragù napoletano (salsiccia e bovino magro), ditalini con passato di ceci e rosmarino, radicchio sfumato all’aceto, con l’aggiunta di frutta fresca e del pane con lievito madre, elementi aggiuntivi che valorizzano l’intero menù.

Il costo unitario del pasto per la scuola materna e la scuola elementare a tempo pieno è di circa 4,98 euro, per la scuola elementare a tempo prolungato è di circa 5,66 euro precisando che da gennaio 2016 viene servito il pasto completo. I costi sono riferiti alle quantità differenti per i due tipi di scuole (es. scuola materna gr. 60 per la pasta e gr. 70 per la carne; scuola elementare gr. 70 per la pasta e gr. 90 per la carne). Il costo unitario del pasto per la scuola media è di circa 5,79 euro in relazione ai piatti serviti e alle maggiori quantità (gr. 80 per la pasta e gr. 100 per la carne).

I costi verranno coperti dalle famiglie dei bambini con le seguenti percentuali:
Scuola materna ed elementare a tempo pieno (con 5 rientri settimanali) 27%,
Scuola elementare a tempo prolungato (con rientro due giorni alla settimana) 24%
Scuola media 37%;

Per la scuola materna e scuola elementare a tempo pieno sono 520 i bambini che mediamente usufruiscono del servizio per 150 giorni. Gli alunni del tempo prolungato sono 300 per 52 giorni all’anno. Invece per la scuola media gli studenti sono 260 per 52 giorni.

Pertanto il servizio mensa, per l’esercizio finanziario 2018, prevede le seguenti tariffe:
Blocchetto da 25 pasti per la scuola materna e la scuola elementare a tempo pieno (5 rientri settimanali) 35 euro;
Blocchetto da 25 pasti per la scuola media 55 euro;
Blocchetto da 25 pasti per la scuola elementare a tempo prolungato (2 rientri settimanali) 35 euro; precisando che questa tariffa, è equiparata a quella della scuola materna, in quanto da gennaio 2016 è servito il pasto completo.