“Falsi ciechi” 21 arresti nel napoletano, l’inchiesta arriva in penisola sorrentina

FalsiCiechi

SANT’AGNELLO. Ventuno falsi ciechi sono stati scoperti nel napoletano nel corso di un’operazione congiunta di guardia di finanza e carabinieri condotta nei comuni di Torre Annunziata, Pompei, Boscoreale, Poggiomarino, Striano, Torre del Greco, Vico Equense, Piano di Sorrento, Massa Lubrense, Sant’Agnello e Castellammare di Stabia.

Le indagini, durata nove mesi, hanno portato all’arresto di 21 soggetti con l´accusa di truffa aggravata ai danni dell´Inps. Confiscati, inoltre, conti correnti, immobili, autovetture e motocicli per un valore di oltre 1,2 milioni di euro.


L´attività investigativa, supportata dalle registrazioni, dimostra come le persone arrestate, dichiarati “ciechi assoluti”, ci vedevano invece benissimo. Nei filmati si intravede chi gioca con il cane, chi passeggia tranquillamente, chi attraversa la strada con tranquillità.

“E´ probabile – si legge nella nota stampa della Procura – che le persone arrestate siano state coadiuvate da altri soggetti, forse pubblici ufficiali, che hanno indotto la competente Commissione Sanitaria a ritenere, erroneamente, la sussistenza di un totale deficit visivo, garantendosi l´ingiusto vantaggio patrimoniale dell’erogazione mensile dell’indennità di accompagnamento, quantificato complessivamente in oltre 1,7 milioni di euro”.

Le indagini proseguono per accertare la complicità di cui possono aver goduto i beneficiari delle truffe.

RIPRODUZIONE RISERVATA