Eventi, taglio dei contributi regionali a Sorrento

albero-di-natale-piazza-tasso-2015

SORRENTO. Ogni anno in questo periodo la Regione Campania assegna i contributi agli eventi ed alle manifestazioni che si svolgono sul territorio. Si stanzia un budget che viene suddiviso tra i diversi progetti presentati dagli enti che partecipano al bando. Poi una speciale commissione valuta tutte le proposte e redige una graduatoria di merito in base ad una serie di aspetti.

Ebbene la kermesse M’illumino d’Inverno del Comune di Sorrento risultava essere la prima della classifica. L’amministrazione, quindi, contava, a ragione, di ottenere il massimo delle somme assegnate ad un singolo evento, ossia 150mila euro. Invece, la Giunta regionale ha deciso che la manifestazione sorrentina, che racchiude tutta una serie di iniziative come ad esempio le Giornate professionali del Cinema, il cartellone natalizio e tanto altro, meritava solo 100mila euro.

Se l’assegnazione dei contributi avesse seguito un filo logico, con tagli per tutti, allora non ci sarebbe da lamentarsi. Invece sembra che il governatore De Luca ed i suoi più stretti collaboratori, nonostante i proclami, abbiano favorito chiaramente chi è loro più vicino.

Un esempio per tutti: tra l’11 ed il 13 agosto è in programma un evento denominato la “Tavola della principessa Costanza”, che si svolge a Teggiano, provincia di Salerno, una festa medievale finanziata con 100mila euro, gli stessi di Sorrento. L’assessore regionale al Turismo, il settore che gestisce il bando e che distribuisce i fondi, è Corrado Matera, nato proprio a Teggiano. Ma c’è di più. Volete sapere chi è il responsabile delle Pro Loco di Teggiano che organizza la kermesse? Biagio Matera, fratello dell’assessore.

Insomma si predica bene ma si razzola male.