Esercitazione della protezione civile per la ricerca degli scomparsi

SORRENTO. Ogni anno nell’area della penisola sorrentina si verificano almeno 5 casi di persone che si smarriscono mentre percorrono l’intricata rete sentieristica che attraversa la zona.

 

In genere i soccorritori impiegano ore a ritrovare coloro che perdono l’orientamento, oppure che rimangono feriti durante il trekking. È per questo motivo che domani mattina sarà realizzata, per la prima volta nell’area costiera, un’esercitazione per la ricerca di persone scomparse denominata “Lost 2013”.

La prova si svolgerà nella zona collinare, presso la pineta de Le Tore. Il campo base verrà allestito nella pista di atterraggio degli elicotteri, mentre l’area delle ricerche sarà suddivisa in 6 settori.

La simulazione, che si svolgerà tra le 6 e 30 e le 13 e 30, prevede la scomparsa di due persone lungo il sentiero “Alta Via” che corre tra i Comuni di Sant’Agnello e Massa Lubrense.

Saranno 6 le squadre impegnate nell’esercitazione, tutte coordinate da un’unica postazione di comando.

All’attività parteciperanno 10 volontari della Croce rossa di Sorrento, 25 addetti alla protezione civile dei Comuni di Sorrento, Massa Lubrense, Piano di Sorrento e Sant’Agnello, 3 radioamatori e 6 componenti dell’associazione “Ulixes Trekking”.

Presso la centrale di comando, invece, opereranno il vice sindaco di Sorrento con delega alla Protezione civile, Giuseppe Stinga, il comandante della polizia municipale, Antonio Marcia e l’emergency manager Agostino Celentano, mentre un vigile del fuoco darà il proprio contributo alle ricerche dalla sala operativa di Piano di Sorrento.

I volontari avranno a disposizione una tenda da campo, diversi motoveicoli ed autovetture per le emergenze, un’ambulanza ed un generatore per l’alimentazione delle attrezzature della postazione di comando mobile.

RIPRODUZIONE RISERVATA