Entro fine mese la riapertura della Vittorio Veneto

vittorio-veneto-2802-2

SORRENTO. “Entro la fine di aprile i lavori saranno ultimati e la scuola Vittorio Veneto sarà nuovamente a disposizione dei nostri bambini”. Ad annunciare il completamento delle opere per il consolidamento statico del maggiore plesso scolastico di Sorrento è direttamente il sindaco, Giuseppe Cuomo. Dopo oltre 5 anni dal sequestro della struttura da parte della procura di Torre Annunziata a causa di presunte carenze strutturali, i circa 600 alunni che la frequentano potranno finalmente riappropriarsi della loro scuola.

vittorio-veneto-2802

In attesa del taglio del nastro si avviano anche gli interventi per la nuova mensa. Con una determina del dirigente del Comune, Antonino Giammarino, sono stati affidati alla ditta Edil Ferro srl i lavori di riqualificazione del refettorio. Rispetto all’importo di base d’asta, pari a circa 496mila euro, l’offerta al ribasso presentata è stata di quasi 55mila euro. La struttura sarà pronta per l’inizio del prossimo anno scolastico. “Nelle more della verifica del possesso di requisiti, è stato autorizzato da subito l’inizio dei lavori – spiega il sindaco Cuomo -. Questo per venire incontro all’esigenza di accelerare la realizzazione della mensa, e garantire un servizio pubblico adeguato agli alunni del plesso scolastico”.

Nel frattempo arrivano importanti novità anche in merito alla scuola di Cesarano. L’edificio, che ospitava circa 150 piccoli studenti, è chiuso dal 9 maggio dell’anno scorso dopo il distacco di intonaci e calcinacci dal soffitto. Successive verifiche eseguite da tecnici specializzati evidenziarono una serie di problemi strutturali. Carenze così gravi da consigliare di abbattere e ricostruire la scuola. A tale riguardo l’amministrazione ha approvato il progetto preliminare stilato dall’ingegnere Antonio Gravinese Rocco, che prevede anche una nuova e migliore organizzazione degli spazi per adeguarli alle moderne necessità didattiche.

“In attesa del completamento degli interventi, che dovrebbe avvenire entro due anni – conclude Cuomo –, i bambini di Cesarano saranno sistemati presso la Vittorio Veneto o all’Angelina Lauro, così come deciderà la dirigente scolastica. Per quanto riguarda Villa Fiorentino, che in questi mesi ha ospitato le lezioni, sarà liberata e pronta per l’allestimento della mostra dedicata ad Arnaldo Pomodoro”.