Elezioni Vico Equense: E’ ancora caos tra denunce ed esposti

VicoEquenseMunicipio

VICO EQUENSE. Si va dalle liste fantasma ai candidati cambiati all’ultimo momento, passando per tre denunce sulla legittimità della documentazione del candidato Maurizio Cinque ed un esposto ai carabinieri del segretario del Pd Franca Rossi per giustificare il ritardo nella consegna.

Sono trascorse poche ore dalla presentazione delle 10 liste che sostengono i tre candidati alla fascia tricolore ed il discorso candidature a Vico Equense è ancora nel caos più totale. Così Andrea Buonocore, sostenuto dalla lista VICOinvolgiAMO, si trova in attesa del verdetto della Commissione elettorale mandamentale sulla legittimità delle altre due liste che lo appoggiano: Pd e Forza Vico.

Dovrebbe essere, invece, tutto ok per Giuseppe Russo ed i tre schieramenti che lo sosterranno nel corso delle elezioni amministrative del 5 giugno prossimo: FI, Colline vicane e Movimento della gente.

Con Maurizio Cinque, dopo il cambio di rotta all’ultimo istante del Pd, rimangono in corsa 4 liste: Cambiare fa bene, Reset Vico, Giovani e Vico 2020.

Dei simboli di partito (in attesa del verdetto sulla legittimità della lista Pd) resiste Forza Italia, frutto della leadership del consigliere regionale Flora Beneduce. In sospeso anche Gennaro Cinque, per 10 anni (9 da sindaco, l’ultimo da assessore nella Giunta guidata dal primo cittadino Benedetto Migliaccio), punto di riferimento imprescindibile del Centrodestra, in lista con Forza Vico, ritenuto l’artefice del repentino cambiamento che ha estromesso Francesco Lombardi in favore di Andrea Buonocore.

L’avvicendamento alla guida della coalizione di Centrodestra avrebbe favorito il cambio di rotta del Pd, già accreditato del sostegno a Maurizio Cinque. Su questo punto Giuseppe Esposito, responsabile enti locali del Pd Napoli, ha chiesto al segretario del circolo di Vico Equense, Franca Rossi, di fare chiarezza sulla vicenda: “Qualora trovassero riscontro i fatti – dice il dirigente democrat – deferiremo alla commissione di garanzia chi ha assunto scelte sconosciute ai candidati della nostra lista per le elezioni amministrative”.