Capri Watch - Fashion Accessories

Elezioni Sorrento. Marco Fiorentino annuncia la sua candidatura

marco-fiorentino-candidatura-20220

SORRENTO. “Ci sarò. Anzi, ci saremo”. L’ex sindaco Marco Fiorentino annuncia la sua candidatura per le prossime elezioni amministrative di Sorrento. Ad appoggiarlo ci saranno 2 o 3 liste “ma senza fare la corsa al reclutamento”. Non esclude neanche che a sostenerlo possano esserci partiti nazionali.

La conferenza stampa indetta per questa mattina ha rappresentato anche l’occasione per chiarire la sua posizione processuale. A gennaio del 2019, infatti, è stato dichiarato decaduto dal Consiglio comunale dove occupava il ruolo di leader dell’opposizione. Decisione che è la conseguenza del contenzioso in atto con il Comune in merito alla provvisionale versata dall’ente ai familiari delle vittime della tragedia del primo maggio 2007 di piazza Sant’Antonino. L’allora sindaco dovrebbe versare nelle casse comunali 108mila euro. Ad oggi in caso di una sua elezione non potrebbe insediarsi.

“Una triste vicenda in merito alla quale, però, ritengo di non avere alcuna responsabilità – chiarisce Fiorentino -. Per quanto concerne la questione della provvisionale ho presentato un ricorso ed a breve si dovrebbe avere la sentenza, ma nel caso l’esito sia sfavorevole ho già deciso che verserò quanto dovuto al Comune”. In caso di elezione, quindi, non ci sarebbero dubbi su chi indosserebbe la fascia tricolore.

Nel frattempo Marco Fiorentino ha tracciato le linee guida di quello che sarà il programma della sua coalizione. “Voglio evitare polemiche nei confronti dell’attuale amministrazione. Il ciclo è chiuso e la città deve guardare avanti”. In che modo? “Affrontando i tanti problemi che ci sono a partire dalla mobilità”. Il traffico rappresenta uno dei maggiori nodi sul tavolo. “È una questione di vivibilità – spiega Fiorentino – per questo ritengo che bisogna fare prima uno studio sistematico dei flussi e poi procedere a realizzare un nuovo Piano traffico“.

Sempre sullo stesso fronte annuncia l’intenzione di istituire servizi di bus navetta per collegare le periferie e l’ipotesi di “privatizzare alcune corse dei treni Eav per realizzare collegamenti dedicati tra le aree turistiche della provincia di Napoli”. Poi bisogna recuperare il progetto del percorso meccanizzato tra il parcheggio Lauro ed il porto di Marina Piccola “anche eventualmente con il contributo dei privati”. Inoltre è necessario investire una quota degli incassi milionari dell’imposta di soggiorno “per realizzare il Parco agricolo-archeologico della Regina Giovanna”.

Nel programma anche una regolamentazione del settore extralberghiero e iniziative per fronteggiare l’emergenza abitativa. “A questo proposito ho insistito con l’amministrazione uscente perché nel concedere l’autorizzazione a Terna per la realizzazione della nuova stazione elettrica, si prevedesse la prelazione per il Comune nella vendita della centrale di via Marziale con gli immobili che potrebbero essere destinati ad edilizia agevolata. Lo stesso vale per l’ospedale di Sorrento che potrebbe diventare la nuova caserma dei carabinieri quando si arriverà alla realizzazione dell’ospedale unico a Sant’Agnello”.

Infine un accenno al fondo di via Rota dove si lavorava alla realizzazione di un parcheggio interrato poi bloccato definitivamente. “Innanzitutto bisogna acquisire l’area al patrimonio comunale – conclude Fiorentino -. Poi, considerando le opere già eseguite e la necessità di parcheggi del rione Marano, si potrebbe pensare di realizzare un’area di sosta pubblica di un piano interrato con giardino a raso, oppure ripristinare lo stato dei luoghi con uno spazio verde”.