Elezioni a Meta, la sfida si gioca in asilo

Montemare-asilo-meta

META. E’ stato uno dei temi caldi della cronaca politica dell’ultimo quinquennio, ed ora si trasforma nel palcoscenico dove i candidati e gli aspiranti amministratori, con proposte ed interventi, si sfideranno per convincere gli elettori in uno degli ultimi appuntamenti pubblici prima del voto.

Stiamo parlando dell’asilo nido “Montemare“, struttura che fornisce al territorio un servizio capace di garantire accoglienza, cura, percorsi didattici, attività sperimentali per i bambini, dai tre ai trentasei mesi, residenti nei Comuni di Meta e di Piano di Sorrento.

Al nido “Montemare”, il Comune di Meta, negli ultimi anni, ha interrotto più volte la compartecipazione economica e questo ha fatto lievitare, e non di poco, il prezzo delle rette. In passato la struttura è stata al centro di molte polemiche create da esponenti dell’amministrazione metese proprio per la questione dei contributi.

Mercoledì sera alle ore 18:30, dinanzi ad una platea di mamme, il “Montemare” si trasformerà nell’arena, dove con proposte ed interventi, i candidati si giocheranno una fetta importante dei voti della città. I titolari della struttura hanno invitato i tre aspiranti sindaci per un confronto che verterà proprio sui servizi per la prima infanzia.

Il rischio è sempre lo stesso: in campagna elettorale le promesse sono all’ordine del giorno, ma questa volta al centro della questione ci sono i bambini e il loro nido.